4° Festival della Letteratura di Milano – dirittiStorti

Nota4FestStiamo lavorando alla 4° edizione del Festival della Letteratura di Milano e, devo dire, questo di per sé è già un piccolo miracolo.
Perché continuiamo a resistere nonostante l’aridità dei tempi, la crisi, il disimpegno, la mancanza di sostegno da parte delle istituzioni; nonostante (soprattutto) l’infinita scia di ostacoli che ogni anno ci troviamo a dover scansare sulla nostra strada.
Se di una cosa siamo stati subito consapevoli, da quando è iniziata questa avventura, è che arrecavamo fastidio. Forse per questo ci siamo impegnati a continuare, malgrado i mal di pancia e gli infiniti nonostante (di cui sopra).

Perché lo facciamo? Forse perché crediamo nel principio di una Cultura libera da bollini e da certificati di appartenenza, dai quali man mano ci siamo svincolati. Una Cultura che dovrebbe essere al centro di ogni attività umana, perché (ne siamo convinti) da essa dipende ognuna delle interrelazioni che costituiscono il tessuto sociale di una nazione, e della infinità di mondi che la conformano.

Quest’anno per la prima volta ci siamo dati un titolo, che rappresenta la tematica sulla quale s’incentrerà la quarta edizione del Festival della Letteratura di Milano, e che riteniamo di vitale importanza:
dirittiStorti
Quelli – i diritti – che una volta ci sono stati riconosciuti universalmente e che spesso qualcuno mette in discussione, arrivando non di rado ad abolirli.
Parlo del diritto alla Cultura (appunto), alla vita, al lavoro, a un modo non dozzinale di concepire l’esistenza.
Della possibilità di manifestare liberamente il nostro pensiero (per quanta urticaria possa generare), di manifestare il nostro dissenso, di non essere discriminati per il solo fatto di non corrispondere alle geometrie del potere in corso.
Dei diritti della Dignità, dell’Etica, e di altre parole che a forza di non essere più adoperate rischiano l’estinzione.
Del diritto di non dover aspettarsi parità di trattamento tra cittadini perché non ci sarà più la disparità di trattamento.

Secondo l’Ocse, “gli adulti italiani sono in fondo alla classifica europea (su un totale di 24 stati) per quanto riguarda la capacità, la preparazione letteraria e matematica e le conoscenze essenziali per orientarsi nella società del terzo millennio.”
Viviamo nel paese in cui l’analfabetismo di ritorno la fa da padrone. (Non importa se gli italiani sanno tecnicamente leggere, scrivere e far di conto. Ma l’uso che sono in grado di fare delle informazioni che possono acquisire.)
Nel paese, “faro della cultura occidentale”, che oggi si colloca all’ultimo posto della graduatoria nelle competenze alfabetiche (fondamentali per la crescita individuale, la partecipazione economica e l’inclusione sociale).
Nella città in cui gli eventi culturali vengono nominati in inglese (Book City, OperaCity, Piano City, per non parlare di car sharing, smart city, bike sharing, citylife, the tourist tax, Milano recycle city, city dressing…) come a voler continuare un disegno di depauperamento della lingua italiana cominciato qualche decennio fa tra le quinte sfavillanti della televisione berlusconiana.
***
L’unico commento alla nostra attività, da parte dell’Assessore alla Cultura – nell’unico incontro con lui avuto -  è che non gli piaceva il nostro nome: Festival della Letteratura di Milano.
(Avremmo potuto forse trovarci un nome inglese, ma che ci vuoi fare? Siamo innamorati della lingua italiana.)
Forse perché i quasi novecento eventi realizzati in questi anni da parte del Festival (e della miriade di associazioni che vi hanno collaborato) sono stati realizzati senza alcun appoggio da parte del suo assessorato, o dalle istituzioni in generale, come se la nostra intraprendenza, la nostra libertà di giudizio, il non corrispondere ai parametri comandati facesse venir loro l’urticacea (ecco che torna).
Insomma, di questo e d’altro vogliamo parlare al prossimo Festival della Letteratura di Milano. Dello stato delle cose, e della possibilità di cambiarle, con fatica e dedizione. Con passione e coraggio.

Nel 2015 ci siamo proposti di farlo durare tutto l’anno. A partire dal mese di Marzo, con un nucleo centrale che si svolgerà dal 10 al 14 Giugno alla Biblioteca Chiesa Rossa e altre del circuito milanese.
A ridosso degli eventi epocali che stanno cambiando il volto della nostra città, dove si parlerà di quelli che coinvolgono il mondo che ci sta intorno.

Molte proposte sono già arrivate. Altre sono in viaggio.
Mandateci le vostre.
Facciamo in modo, insieme, che questi Diritti, da sempre Storti, possano diventare, finalmente,  Dritti, inalienabili, nostri.
Quelli per i quali siamo disposti a giocarci ogni cosa.

Milton Fernàndez

Giornata Sierra Leone

Domenica 12 ottobre, dalle 15.30 in poi si svolgerà a Milano un evento che abbiamo intitolato Giornata Sierra Leone, nella quale parleremo dell’emergenza Ebola che sta devastando interi popoli del continenti africano.

Read more

l’app del festival

letsplazaSei pronto a vivere alla grande il Festival della Letteratura di Milano di quest’anno?
Scarica gratis l’app ufficiale dell’evento realizzata grazie a Letsplaza e immergiti completamente nello spirito del Festival! Ecco i link per scaricare l’app

Apple store
Google Play

Cartella stampa 2014

Scarica la cartella stampa di Festival Letteratura di Milano, con la presentazione della terza edizione, i percorsi tematici e le presenze al Salone della Piccola Editoria.

 

PDF WORD
zip_thumb zip_thumb

PDF programma 2014

scarica il programma in pdf

PDF_downlaod

yoga Vinyasa

Spazio yoga Vinyasa
via Valparaiso 9 – MM2 Sant’agostino; tram 14, 19; bus 74, 50
Read more

biblioteche comunali

Mercoledì 4 giugno

 

ore 17.00
Difendere l’allegria. 
Laboratorio di murales con la costruzione del Mural dell’Allegria per bambini dai 5 ai 10 anni, a cura di Margarita Clemènt (Proficua, Alpiandes) con materiali cartone di scarto, tempere, pennelli, stracci, secchi d’acqua.
Biblioteca Chiesa Rossa, via San Domenico Savio 3

ore 18.00
I racconti del Rosso Hanrahan di W.B. Yeats.
Presentazione dell’autore (Yeats) e della sua opera, della traduzione (Nobel edizioni) e dei criteri con cui è stata fatta. Lettura di alcuni brani, soprattutto poetici, accompagnata da musica. Presenta Alessandro Zaccuri. Con Luisa Pecchi, traduttrice, e Giorgio Donelli, violinista.
Biblioteca Chiesa Rossa, via San Domenico Savio 3

ore 18.00
La giovinezza e il desiderio.
Una “conferenza sull’amore” ispirata dal libro Confiteor di Franca Gambino che si chiude con una canzone eseguita al pianoforte dall’autrice.
Biblioteca Fra Cristoforo, via Fra’ Cristoforo 6

ore 20.00
Estela Carlotto, una Nonna de Plaza de Mayo.
Presentazione del libro di Javier Folco a cura dell’autore e della traduttrice Ana Valeria Dini. Insieme verrà lanciata la “Campagna per il diritto all’Identità” (la ricerca in Italia dei bambini che mancano all’appello).
Biblioteca Chiesa Rossa, via San Domenico Savio 3

Da Sud a Sud – Difendere l’allegria. Musica e parole dal Sud del Mondo con brani di Cronache sentimentali di un italiano a metà di Angel Galzerano (Gilgamesh Edizioni) e Sua Maestà Il Calcio di Milton Fernández (Rayuela Edizioni). Una serata da vivere in corpo e anima a ritmo di Tango, Candombe, Milonga. Con Angel Galzerano, Milton Fernández e il Angel Galzerano Quartet.
Biblioteca Chiesa Rossa, via San Domenico Savio 3

ore 20.45
Il tempo dalla mia parte.
Presentazione del primo romanzo di Mohamed Ba (San Paolo ed.).
Biblioteca Dergano-Bovisa, via Baldinucci 76

ore 21.00
Il suono e la liuteria. Incontro tra scrittore, musicisti e liutai. Il suono della liuteria è un progetto che intende allargare la conoscenza del mondo della liuteria attraverso letteratura, concerti ed occasioni pubbliche, al fine di destinare una data alla “celebrazione mondiale condivisa”. Con Vincenzo Pezzella, scrittore; i musicisti Cristiana Franco (violino), Gemma Pedrini (violoncello) Raffaele Nobile (violino); Fiorella Anelli, liutatia; Tullia Gianoncelli, antropologa del suono. Chiara Soligo e Matilde Franzini (studentesse del liceo Parini), Linda Monticchiani (attrice) leggono i racconti di Vincenzo Pezzella, “Il violino di Nora” e “Botticino Sera: vita possibile di Giovanni Paolo Maggini”. Commento alla lettura: Silvia Migliorati.
Biblioteca Tibaldi, viale Tibaldi 41

Read more

Tongs Bar

Tongs Bar
via Vigevano 19 – MM2 P.ta Genova

 

Mercoledì 4 giugno

 

ore 20.00
Notte della letteratura: la resilienza. Tre luoghi di Milano per ricreare tre luoghi del mondo. I Navigli si fanno culla e cassa di risonanza in cui ascoltare i suoni dei paesi che hanno lottato duramente per la loro identità, per la libertà, e hanno fatto della resilienza la dote necessaria attraverso cui continuare a distillare arte anche dalle esperienze più aberranti. Repubblica Ceca, Romania e Sudamerica si raccontano rispettivamente alla ex Fornace, al Mammy Burger e al Tongs in una serata intensa dove letteratura, musica e immagini introducono all’esperienza di un paese diverso. A cura di Rossella Pretto.

 

Giovedì 5 giugno

 

ore 19.00
Quanto forte desideri? Filo conduttore della serata saranno i desideri sepolti e soprattutto la capacità di non far morire i sogni. Due scrittori, due personaggi del mondo dello spettacolo, raccontano la loro voglia di sognare “tutto ciò che si vuole” e di realizzarlo in un “battito d’ali”. Gianni Milano, ingegnere e conduttore Rai, conversa, tra un aperitivo e uno stuzzichino, con chi ha voglia di ascoltare la sua favola d’amore e si chiede, e ci chiede: “gli opposti si attraggono?”. In un battito d’ali, Nanedizioni.

 

ore 21.00
Simonetta Lein, attrice e firma ufficiale di Vanity Fair, ci sfida a riscoprire i nostri desideri e a scriverli sul suo albero, il Wish Tree, per non dimenticarli mai più. Tutto ciò che si vuole, Sperling&Kupfer. I due autori, in maniera coinvolgente e divertente, presentano i loro libri a chi non ha paura di mettersi in gioco…

 

 

Scaldasole Books

Libreria Scaldasole Books
via Scaldasole 1 – tram 3, 9, 15

GIALLO SCALDASOLE

 

Mercoledì 4 giugno

 

ore 18.30
Il noir ligure. Una biologa, un commissario di polizia e un procuratore  della Repubblica alle prese con indagini e casi liguri ma non solo.  Partecipano gli autori Maria Teresa Valle, Daniele Grillo, Valeria  Valentini e Roberto Centazzo. Tutti autori Fratelli Frilli Editore.

 

Giovedì 5 giugno

Ore 20.00
Discount or Die- la sublime arte di fare la spesa al discount e del vivere low cost. Fare la spesa al discount è un’arte. Scegliere tra le infinite sottomarche (sconosciute o fieramente imitative che siano) è insidioso come scrivere una poesia: o è una schifezza o è qualcosa di sublime. Non ci sono vie di mezzo. Discount or Die è un libro, ma è soprattutto un blog e una comunità virtuale che nasce con lo scopo di condividere esperienze e creare un archivio collettivo e corale su ciò che c’è di schifoso e sublime nei discount e nell’universo delle sottomarche. Qualità, prezzo, reperibilità, gusto, confronto, analisi. Scaffale dopo scaffale, barattolo dopo barattolo, Valeria Brignani, ha raccolto il grand tour di tutti quelli che non solo non sono schiavi del brand, ma mediano, ogni giorno, tra i propri gusti e le proprie tasche. Discount or Die è un diario collettivo e scanzonato nel quale si incontrano ricette, pensieri, aneddoti e consigli per gli acquisti. Con Valeria Brignani, fondatrice e curatrice del libro e alcuni degli autori.

 

Venerdì 6 giugno

ore 18.30
L’Autore, di Fabio Girelli. La letteratura irrompe nella trama e lo schema rischia di saltare. Un giallo dal possibile finale aperto, in cui il lettore potrebbe trovare le risposte non solo tra le pagine dello stesso romanzo, ma anche in quelle di un classico della letteratura russa. Levin Alfieri è il medico legale incaricato di eseguire l’autopsia su Alberto Garlanda, la Iena, il cannibale che ha scioccato il mondo con la sua ferocia; è appena stato ucciso in uno scontro a fuoco con la Polizia e ora il suo cadavere si trova disteso su un tavolo d’obitorio. Tutto procede normalmente finché il bisturi non incide i tessuti gastrici dell’uomo e Levin Alfieri sente la lama urtare contro qualcosa di metallico. Dallo stomaco della Iena emerge un anello. Lo stupore dura appena un attimo, presto subentra il terrore: in quel cerchietto d’oro il medico legale riconosce qualcosa di famigliare. Quello non è un anello qualunque, è la fede nuziale di sua madre. Da quel momento scatterà una caccia al tesoro che sembrerà ripercorre la trama di Anna Karenina, il celebre romanzo russo a cui Levin e i suoi due fratelli, Stepan e Vronskij, devono il proprio nome. Dialogherà con Fabio Girelli la giornalista Elisa Giacalone.

ore 21.00
Milano City Blues. Presentazione de libro di Massimiliano Carocci (Eclissi Editrice) un noir che attraversa i luoghi più amari della città, tra l’amianto e la cocaina, nella possibilità della redenzione. A cura di Patrizia Vitali.

Sabato 7 giugno

ore 18.00
Bologna nera. Romanzi noir che si muovono tra le vie bolognesi come taxi nella notte o come investigatori in cerca di tracce e di guai. Partecipano gli autori Roberto Carboni e Massimo Fagnoni di Fratelli Frilli e Alessandro Prandini (Edizioni Terra Marique).

Popolare Tadino

Libreria Popolare di via Tadino
via Tadino 18 – MM1 Lima; tram 1, 5, 33

 

Mercoledì 4 giugno

 

ore 19.00
L’Ultimo manicomio. Il Manicomio Giudiziario
– L’Ultimo manicomio nella lunghissima attesa della sua fine, è  certamente un luogo di dolore e sofferenza, di chiusura e costruzione, di abbandono e a volte di morte. Ma spesso anche di terribile attaccamento alla vita. Insomma, un vecchio camaleonte, che cambia colore a seconda degli occhi di chi lo guarda e della letteratura che parla di questi luoghi. Adolfo Ferraro e Peppe dell’Acqua, psichiatri ne parleranno con Lucia Castellano, Consigliere della Regione Lombardia, e Roberta Cossia, magistrato di sorveglianza. Durante la serata verranno presentati il libro Voglio la neve qui ad Aversa (Sensibili alle foglie editore) una raccolta di graffiti dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa, di cui l’autore, Adolfo Ferraro, è stato direttore per molti anni e alcuni dei libri della Collana 180 – Archivio critico della salute mentale (Edizioni alphabeta Verlag) diretta da Dall’Acqua. Testi che affrontano la questione della deistituzionalizzazione da un punto di vista culturale proponendo modelli di cambiamento. Lo stesso cambiamento che si invoca quando si parla di chiusura di Opg. Sullo sfondo il magico racconto di Marco Cavallo, il grande cavallo azzurro che nel 1973 sfondò i muri del manicomio di Trieste e che lo scorso novembre ha attraversato l’Italia entrando nei 6 Opg e incontrando gli internati.

 

Giovedì 5 giugno

 

ore 19.00
Sotto il cielo di Lampedusa.
 “Sotto il cielo di Lampedusa” (Annegati da respingimento) (Rayuela Edizioni)  è un’antologia poetica che raccoglie le sensazioni di più di settanta poeti – di diversa provenienza – provocate dai tragici annegamenti di rifugiati, richiedenti asilo e migranti, al largo delle coste di Lampedusa lo scorso ottobre. Da ormai vent’anni i naufragi di massa sono di routine nelle acque del Mediterraneo, con cifre che parlano di oltre 18.000 morti, alle quali si uniscono le vicissitudini di chi sopravvive in balia dei CIE, CARA e della disumanità delle istituzioni italiane ed europee. Ma l’isola di Lampedusa è anche l’emblema di una visione alternativa di libertà di circolazione, solidarietà e resistenza alla militarizzazione del Mediterraneo. I poeti di 100 Thousand Poets for Change – Bologna
A seguire
Un viaggio controcorrente. 
Descrizione del progetto Jereviens, a cura di Giovanni Cobianchi (fotografo-viaggiatore) e Sebastiano Curci (scrittore-giornalista). Un viaggio al contrario, dall’Italia al Senegal, passando per Tunisia, Libia, Niger, Costa d’Avorio e Mali fino ad arrivare a casa di tre amici Africani che hanno intrapreso quel viaggio nel 2011. Dal progetto vorremo far nascere un libro fotografico e scritto, che racconti questa esperienza nata da un amicizia in Italia con un gruppo di ragazzi centro-africani e che ha portato Giovanni a decidere di partire per arrivare a casa loro, cercando di raccontare attraverso incontri casuali e visite dei luoghi dell’immigrazione, di cosa giri attualmente intorno a questo fenomeno in una parte di Africa che vede muoversi ogni mese migliaia di persone verso l’Europa. Con una proiezione di immagini vorremo condividere questo viaggio e farlo conoscere a chiunque sia interessato a saperne di più su questo tema. Con Giovanni Cobianchi e Sebastiano Curci.

 

Venerdì 6 giugno

 

ore 18.30
La memoria s-velata.
Percorso narrativo-musicale attraverso i romanzi di Nicola Viceconti – “Emét, il dovere della verità” (Loffredo Editore), “Cumparsita”, “Due volte ombra  e “Nora Lopez, detenuta N84” (tutti e tre Ginko edizioni).  Riflessioni sui temi dell’emigrazione italiana in Argentina, della memoria e dell’identità, con particolare riferimento ai fatti accaduti durante l’ultima dittatura civico-militare. Proiezione di Book-trailers. Riflessioni e dibattito. Presenta la serata Marcelo Caracoche, scrittore.

ore 21.00
Paragrafi sull’armonia. Incontro con l’autore Michele Zaffarano. Queste pagine di scrittura ragionante, apparentemente geometrica, sembrano orientate a costruire, tassello dopo tassello, un qualche strano teorema per paragrafi su un’armonia (sociale? economica? …musicale?) di cui non viene dato in verità un profilo stagliato. Con Paolo Giovannetti, Antonio Loreto e Alessandra Broggi.

 

Sabato 7 giugno

 

ore 18.30
Le ossessioni della scrittura. Presentazione del libro Social Zoo, di Aldo Putignano. Romanzo epistolare atipico: tutti scrivono a un certo Lorenzo, il quale però cestina le lettere, poi recuperate da un improbabile filologo. In queste, Aldo Putignano dà voce alle mille anime degli scrittori e attraversa tutti i generi della narrativa, in un viaggio allucinato e grottesco tra le ossessioni della letteratura. L’autore Aldo Putignano ha scritto per il teatro e la televisione; dottore di ricerca in Letteratura Italiana, collabora con la facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e con l’Istituto Suor Orsola Benincasa. Dialoga con l’autore Elisa Giacalone.

 

ore 20.00
Una famiglia borghese distrutta dal nazifascismo
. Presentazione del libro di Giuseppe Deiana, Nel nome del figlio.  La famiglia Puecher nella resistenza (Mursia). E’ duro oggi constatare che di quell’Italia resistenziale in cui vissero Giancarlo Puecher, suo padre Giorgio  e gli altri numerosi partigiani caduti e deportati uccisi è rimasto molto poco, o pressoché nulla, nella coscienza diffusa dei cittadini. Non si può non avvertire come un senso di estraniamento nel rilevare le fratture che si sono aperte tra l’epoca della Resistenza e della deportazione e il nostro presente, soprattutto nella consapevolezza delle nuove generazioni, che sono le vittime inconsapevoli del “vuoto di memoria” e che subiscono le conseguenze e il peso dell’ “abuso pubblico della storia”, praticato da un revisionismo ideologico e strumentale, che nulla ha a che fare con la revisione scientifica sempre necessaria quando è praticata dai veri storici.

 

domenica 8 giugno

ore 11.00
Incontro con la fotografia In & Out. 82 fotografie a colori per descrivere l’America per immagini, in una raccolta vivacissima e ritmata come un pezzo jazz. In un formato ad album adatto a un libro di fotografia giovane sia per i soggetti sia per lo stile, tutti i paradossi, le iperboli, i contrasti e le armonie di una nazione che non ha ancora smesso di avere un sogno. Completa la raccolta un brano inedito di Wim Wenders, scritto apposta per l’occasione. Con l’autrice  e fotografa Cristina Omenetto.

 

Officina Coviello

Spazio Officina Coviello
via Tadino 20 – MM1 Lima; tram 33

 

Mercoledì 4 giugno

 

ore 19.00
Malattia Italia.
A partire da un libro che narra e testimonia l’estrema lotta contro una malattia i mplacabile come la SLA, riflessioni, poesie e un cortometraggio che si fanno voce di resistenza vitale contro le derive insane dell’Italia degli ultimi decenni. Con Stefania Bastianello: autrice del libro, Adam Vaccaro, Annamaria De Petro, Gabriela Fantato: poeti, Duo Poemus (Barbara Gabotto-Giacomo Guidetti): poeti e performers musicali; Gianni Covini: film-maker.

 

Giovedì 5 giugno

 

ore 19.00
Miele di mare: romance di una compagna e di un viaggio.
Di Emanuele Lanzetta (Officina Trinacria). Miele di Mare è la storia di un lungo viaggio, dal 1996 al 2013, un esercizio della memoria, a cui l’autore si abbandona senza resistenze. Al centro, il ritratto della donna amata, alla quale si rivolge in una contemplazione quasi religiosa. Parteciperà all’incontro Giuseppe Girgenti, docente di Storia della Filosofia all’Università San Raffaele di Milano. Durante la serata, Federico Leonardi leggerà alcuni versi dell’autore. L’incontro sarà coordinato dalla giornalista Elisa Giacalone.

 

Sabato 7 giugno

 

ore 19.00
Il drago nel mito e nella letteratura.
Presentazione dell’antologia collettiva “Sangue di Drago”, dedicata alla figura del drago dal punto di vista storico e mitologico. Le letture dei racconti saranno accompagnate da musiche della tradizione popolare e seguite dal dibattito con il pubblico intervenuto. Serena Fiandro (cantante, musicista, curatrice); Andrea Tuffanelli (musicista); Abramo Paroli (musicista); Viviana Tenga (autrice); Alessandro Fusco (autore); Demetrio Barraglia (autore); Alexia Bianchini (autrice); Marco Bertoli (autore).

 

domenica 8 giugno

 

ore 18.30
Tempi d’Europa – AAA Europa cercasi – antologie poetiche internazionali per la formazione di un’Europa dei popoli, delle culture e delle idee, in cui la diversità  rappresenti un valore- a cura di Lino Angiuli, Milica MARINKOVIĆ, Maria Rosaria Cesareo. Con la partecipazione di Amedeo Anelli, Daniela Marcheschi, Maria van Daalen, A:M: Dall’Olio e Carla Spinella. Poesia con uguale dignità e vitalità di lingue e dialetti.

La Fornace

EX-FORNACE DI VIA GOLA
alzaia Naviglio Pavese 16 – tram 3, 9; bus 47

Mercoledì 4 giugno

ore 20.00
Notte della letteratura: la resilienza
. Tre luoghi di Milano per ricreare tre luoghi del mondo. I Navigli si fanno culla e cassa di risonanza in cui ascoltare i suoni dei paesi che hanno lottato duramente per la loro identità, per la libertà, e hanno fatto della resilienza la dote necessaria attraverso cui continuare a distillare arte anche dalle esperienze più aberranti. Repubblica Ceca, Romania e Sudamerica si raccontano rispettivamente alla ex Fornace, al Mammy Burger e al Tongs in una serata intensa dove letteratura, musica e immagini introducono all’esperienza di un paese diverso. A cura di Rossella Pretto.

Giovedì 5 giugno

ore 10.00
L’Arte Sbarrierata
.Giornata di eventi e iniziative alla Ex-Fornace sul tema la disabilità e le manifestazioni artistiche. La giornata è stata ideata e curata da Silvia Lisena.
10.00 Inizio evento con presentazione progetto La disabilità nei libri.
12.00 La disabilità nel teatro.
14.30 La disabilità nella televisione.
15.45 La disabilità nella musica.
16.45 La disabilità nell’arte
18.45 La disabilità nel cinema

ore 21.30
L’amoros pessamens. Musica e poesia dai Trovatori a Petrarca.
Viaggio  nella poesia del XII e del XIII secolo attraverso lo sguardo che  trovatori e poeti d’area romanza hanno rivolto verso la figura della donna amata, simbolo di una realtà al contempo terrena e ultraterrena, alla ricerca dell’originaria unione tra linguaggio poetico e ricerca musicale.  Tratti dal Canzoniere Provenzale Ambrosiano, i brani sono stati trascritti e riarrangiati dall’ensable Litium Arris grazie a un attento studio filologico. I testi poetici affiancati ai brani musicali sono tra i più rappresentativi dell’influenza che il corpus trobadorico ha esercitato sulla nascente letteratura italiana. Con Serena Fiandro, voce, flauti di corno, bombarda; Andrea Tuffanelli liuto.

 

Venerdì 6 giugno 2014

ore 17.00
Inaugurazione del Salone della Piccola Editoria

ore 17.30 (Albalibri)
Fuori-Fuera o Dentro-Dentro? Un dilemma arduo, inesprimibile. Nelle convulse lande del mondo o nelle sterminate profondità interiori, dove s’alternano, a perdita d’animo, picchi e abissi? Misteriosi intrecci. Dove stare? Perché Stare è un prezioso dolore-Estar es un precioso dolor. Ana Vicent Colonques nelle sue due lingue – l’italiano adottato sino a farne l’incandescente strumento della propria creatività e il materno spagnolo cui volge in un fantastico (talora doloroso) viaggio – si domanda, ci domanda… Quanto sforzo ci vuole per raggiungere l’indifferenza? Con Ana Vicent, autrice, e Alberto Figliolia, autore della prefazione.

ore 17.30 (Pratibianchi edizioni)
Raccontare la verità a rischio della vita. Fulvia Degl’Innocenti presenta il suo libro per ragazzi Il coraggio di Ilaria: con l’autrice saranno presenti gli studenti dell’Istituto Comprensivo Ilaria Alpi di Milano, per ricordare l’impegno di questa giovane giornalista che credeva nel giornalismo come testimonianza, dalla parte dei più deboli e contro la corruzione e che ha cercato fino alla fine la verità per raccontarla al mondo.

ore 18.00
Amori sbarrati.
 Presentazione del libro Amori Sbarrati (LietoColle). Teatro Poesia e Fotografia  della Casa Circondariale Sanquirico di Monza. A cura di Antonetta Carrabs e Maria Alberta Mezzadri. Inaugurazione della mostra fotografica di ZeroConfini Onlus – Casa della Poesia di Monza, fotografie di Francesca Ripamonti, videoinstallazione di Carlo Concina.

ore 18.30 (La vita felice)
Rita Pacilio – Il corpo offeso. Reading poetico performativo con incursioni sax di Claudio Fasoli. La poesia come impegno contro tutte le forme di violenza. L’incontro con la sofferenza propria e dell’altro; lo spazio dell’essere sorella: un dolente e splendente diario, personalissimo, dove la forza dei versi fila, tesse e spacca la mormorazione; un manuale del sopruso, contro chi ambisce variamente manovrare il corpo delle donne e dei fanciulli. Rita Pacilio, attraverso la poesia, nomina l’innominabile nella prospettiva dell’educazione, della rinascita, della ricostruzione.

ore 18.30
Due piccoli, orribili segreti.
Una presentazione diversa dalle solite in cui, un gruppo di attori componenti il “Gruppo sanguigno” interpreterà alcuni personaggi del romanzo (Eclissi Editore). Con Maurizio Gilardi, autore, Annamaria Sironi, PR del Circolo della Trama e il Gruppo sanguigno.

ore 19.30
Aperitivo di Inaugurazione del Salone della Piccola Editoria

ore 20.30 (Rayuela Edizioni)
Assegnazione Premio Internacional Rayuela Edizioni. Per la sezione poesia la vincitrice è Raquel Fernàndez  con il suo volume intitolato “Once Upon a time”, per la prosa verrà invece premiato Leonardo Finkelstein con il suo romanzo pulp “La canzone di Natale”. La giuria era composta da nomi prestigiosi della letteratura internazionale come Óscar Hahn, Osvaldo Sauma, Dario Borso, Mario Melendez e Milton Fernàndez (anche traduttore dei testi). Con Cristiana Zamparo (Rayuela Edizioni) e Dario Borso (docente di Filosofia all’Università Statale e anima del premio di poesia Baghetta).

ore 20.30 (Memori)
Presentazione de Il palazzo di Serena Iannicelli. “Il Palazzo di Serena Iannicelli è stato ed è singolarmente anche il mio Palazzo. Mi è familiare, richiama sentimenti, memorie, emozioni, pensieri, scoperte, rivelazioni comuni […] È scritto come vorrei saper scrivere io”.(Moni Ovadia). Con Serena Iannicelli, autore, Moni Ovadia e Giovanna Calabresi, relatori.

ore 21.30
Emergency: vent’anni di cura e diritti.
Emergency compie vent’anni. Se questi vent’anni fossero una scatola, sarebbe piena di ricordi dei sedici Paesi in cui abbiamo portato aiuto. Dentro ci sarebbe una punta di lancia. Viene dal Ruanda: 1994, il primo intervento di Emergency. Sarebbe una scatola molto grande per contenere le migliaia di disegni che i nostri piccoli pazienti hanno colorato. Sarebbe piena delle pulitissime divise del nostro personale locale, simbolo di lavoro, formazione, riscatto sociale. Se questi vent’anni fossero una scatola, sicuramente ci sarebbero dentro una maglietta con il logo rosso, in quelle magliette c’è un modo concreto per contribuire a curare persone, ma c’è anche un’idea che cammina: l’idea che i diritti umani debbano essere, semplicemente, garantiti a tutti. Con Cecilia Strada (Presidente di Emergency) e Orchestra di via Padova – Quartetto.

ore 21.30 (Edizioni Dalla Costa)
Presentazione de All’ombra del baobab – Racconti di un volontario in Africa di Eugenio Susani. Partendo dal titolo, si vuole evidenziare l’interesse dei temi proposti dai racconti, che Susani ha scritto in un linguaggio chiaro e scorrevole, con vive descrizioni di ambienti e personaggi: dalle tradizionali condizioni di vita con l’antica cultura dei miti, dell’arte e della musica, alla distruzione delle guerre civili e al valore della cooperazione. Tramite il libro, testamento di una vita, sarà approfondita la figura dell’autore col contributo di chi l’ha conosciuto. Con Liviana Zoppi Susani e Riccardo Borghi.

 

Sabato 7 giugno

ore 10.30 (Krekò Edizioni in Creative Commons)
Cosa significa e come intendiamo essere Editori in Creative Commons. Narrativa breve e gratuita per dispositivi digitali mobili. Con Tommaso Maria Lovato, Michelangelo Marra e Alessandra Tedesco.

ore 11.00
Piccola editoria – Autori ed Editori a confronto
Editoria e legge.
Una panoramica riguardante le problematiche legali più importanti con cui gli autori vengono a contatto nel corso del processo di pubblicazione della propria opera. A cura dell’Avv. Marina Lenti.
ore 12.00 (a seguire)
Confronto aperto tra gli operatori del settore, esponenti del mondo accademico, politico e istituzionale sulle problematiche e le potenzialità della Piccola Editoria. A cura di Vincenzo Pezzella e Cristiano Abbadessa.

ore 11.30
Il cavalluccio dalla criniera viola (di Patrizia Anselmo).  La storia si inserisce in un genere classico, quello del giallo. La misteriosa scomparsa di un ragazzo di ventotto anni, Francesco, e le indagini dell’investigatore privato Raul. Il ragazzo non conduce una vita esemplare e ha una figlia, non riconosciuta dalla madre, che lascia crescere ai suoi genitori. Di punto in bianco Francesco sparisce e l’amico Andrea si rivolge all’investigatore per ritrovarlo. Il resto potete, dovete, scoprirlo voi. Con  Villa Valerio, relatore, e Patrizia Anselmo, autrice.
La Fornace – giardino

ore 14.30 (Casa editrice il Pineto)
Le luci del Viale, 2014. L’autrice, Lavinia Ubù De Inigaray, e la relatrice, Gaia Armellino, illustreranno il libro.

ore 14.30 (Federighi Editori)
Presentazione di Pierino e il default – La crisi economica rappata a mio figlio. Incontro con l’autore, letture e interpretazione da parte di un rapper di alcuni brani del libro. Età consigliata: da 10 anni in su. Per parlare a ritmo di rap di alcuni dei temi più attuali della politica e dell’economia, attraverso esempi tratti dalla vita quotidiana. Con l’autore Giampiero Attanasio, Gloria Pampaloni, editrice, e il rapper FEDE RASHAN.

ore 15.30 (Autodafé Edizioni)
Presentazione de La bicicletta volante di Fabio Giallombardo. Una verità scomoda e difficile da confessare è affidata a un diario che il padre scrive per un figlio che non potrà leggerla mai. La bicicletta volante: un gesto atletico a ricordare che, quando sembra impossibile, si può rovesciare la prospettiva e il corso delle cose. Moreno Montanari, analista filosofo, ne discuterà con l’autore Fabio Giallombardo.

ore 15.30 (Divinafollia Edizioni)
Presentazione di Le vele di Penelope di Laura Chiarina. Presentazione breve della casa editrice Divinafollia che molto ha a che fare con Laura Chiarina, l’Autrice. Chiarimenti sulle prospettive e sui progetti della stessa, qualche riferimento all’analisi presente nel volume in questione; lettura di alcuni pezzi, domande all’autrice, dibattito con i presenti in sala. Con Silvia Denti, editore, e Alessio De Bernardi, p.r.

ore 16.30 (Ledizioni)
Presentazione di Si rende noto che alle ore…. L’ultima notte del dottor Stefano Tersilli medico dell’azienda ospedaliera di Andrea Tramarin. Andrea Tramarin è un medico che per tanti anni ha lavorato in ospedale (è specializzato in infettivologia). Poi la vita l’ha portato verso altre direzioni. In questo libro ci racconta una storia di medici e di ospedali e, durante la presentazione, ci farà capire e ci racconterà cosa effettivamente fa un medico di un ospedale italiano: un viaggio per capire meglio questa realtà, che potrà interessare studenti di medicina, pazienti, cittadini e chiunque sia interessato al sistema sanitario. Con Nicola Cavalli, direttore editoriale Ledizioni.

ore 16.30 (La Memoria del Mondo Libreria Editrice)
Whitesands – L’amore controvento. Marino Bottini presenta il suo romanzo Whitesands. Una storia ambientata in Galles. Un vecchio ricamo, esposto in una sala da té gestita da Nora, guida una trama ricca di emozioni e sensazioni. Con Luca Malini, editore, Marino Bottini, autore, Maurizio Binaghi e Alessandra Ragosta, attori, Carlotta Petri, flautista.

ore 17.30 (Elmi’s World)
Presentazione de Il segno dei grandi amori di Elvira Borriello. Non esiste forza più grande dell’amore, ma quando veniamo lasciati ci rimane solo la debolezza di un cuore colmo di dolore. Niente sembra avere più senso e il tempo si ferma mentre intorno a noi tutto continua a muoversi senza interruzioni. L’unica cosa che ci rimane, per riprendere in mano la nostra vita, è affrontare il passato con la consapevolezza di volere un futuro.

ore 17.30 (Eclissi Editrice)
Presentazione uscite 2014. Che fatica farsi pubblicare, pubblicare, conquistare il lettore! Il cammino per arrivare al sospirato banco del libraio è lungo, faticoso, pieno di rischi e di ostacoli per l’editore, per l’autore e per tutti gli operatori intermedi che trasformano il “manoscritto nel cassetto” in un libro che chiede di essere letto. Eppure ne vale la pena. Quando ci sono talento e passione non si può rinunciare. Ogni libro, se è bello, è un mondo nuovo che si svela. E un libro giallo, in particolare, può regalare mille sfumature di piacere. La redazione di Eclissi presenta le ultime novità delle sue collane, in particolare i gialli/noir ambientati a Milano, espone la sua filosofia editoriale e risponde a tutte le domande che i presenti vorranno porre. Con gli autori M. Carocci, A. Belloni, R.Besola, A. Ferrari, F.Gallone, M. Gilardi, F.Manarini M.Rodighiero, M. Russo ed altri: Partecipano M. Bianchi e R. D’Emidio della redazione Eclissi Editrice.

ore 18.30 (Fratelli Frilli Editori)
Il giallo milanese si fa noir. Luca Crovi il “mattatore del giallo” incontra, dialoga e intervista Adele Marini che ci parlerà del suo ultimo A Milano si muore così e il trio Besola, Gallone, Ferrari reduci dal successo del loro recente Operazione Rischiatutto. Due Milano diversamente narrate, la prima viene descritta negli anni più recenti tra killer e ‘Ndrangheta, la seconda è quella del ’74 con i quiz televisivi, Mike Bongiorno e un altro colpo del secolo!

ore 18.30 (Piccolo Karma Edizioni)
L’erede di Montezuma (2012) e Le case del lago (2011) di Carlo Coccioli. Dopo una breve introduzione alla figura dello scrittore Carlo Coccioli, leggeremo qualche pagina tratta da due dei suoi libri, assai diversi tra loro per argomento, per spirito e per collocazione temporale. Con l’autore, Carlo Coccioli. Letture di Margherita Bignardi e Luca Cittadini.

ore 19.00
Polizia: vorremmo fidarci!
Le figure letterarie di due poliziotti atipici e la riflessione su alcuni casi di mala polizia e violenza delle forze dell’ordine. Un dibattito che si sviluppa a partire dai personaggi dei romanzi di Alessandro Didoni “Trauma di Stato” (Autodafé Edizioni) e  Lorenzo Mazzoni “Italiani brutta gente” (Momentum Edizioni) e dalla presenza nelle loro opere dei fatti del G8 di Genova e della morte di Federico Aldrovandi. Modera Cristiano Abbadessa (direttore editoriale Autodafé Edizioni).

ore 19.30 (Todaro Editore)
Cinquanta sfumature di giallo. Tecla Dozio, curatrice della collana Impronte, specializzata in giallo italiano da quasi 15 anni, presenta, insieme agli autori, due degli ultimi romanzi pubblicati dalla Todaro Editore: La Sentinella del Papa di Patrizia Debicke van der Noot e Incubo premonitore di Marcello Tropea. Il primo è un giallo storico ambientato nella Roma del Cinquecento, con diversi personaggi storici dell’epoca e una giovane Guardia Svizzera pontificia come protagonista. Il secondo romanzo, una novità appena uscita, è ambientato ai giorni nostri a Gallarate.

ore 19.30 (Edizioni Saecula)
Presentazione di KALEMEGDAN, discesa nel labirinto balcanico di Umberto Li Gioi. Umberto Li Gioi ci racconta il suo romanzo conducendoci in un viaggio attraverso i Balcani, emozionante e crudele, realistico e onirico insieme, sul cui sfondo si possono scorgere le macerie fumanti di una guerra mai dimenticata. Con Gabriella Gavioli, responsabile editoriale.

ore 20.30
Anni 70 a Roma: Movimenti, arte e violenza
. La storia di Luigi Sarro, artista sperimentale, ucciso per un tragico equivoco durante gli anni di piombo. La sua storia rivive attraverso le parole di amici, parenti e conoscenti nel libro Quella  notte a Roma (Editore Iacobelli) di Carla Cucchiarelli. Ne parlerà insieme all’autrice la nipote Alessandra Atti Di Sarro. Francesca Zucchero leggerà i passi più significatici dell’opera.

ore 20.30
Versi randagi. Di viaggi, solitudini, donne, desinenze, cosmonauti, partenze, memorie, farfalle, ritorni, mandriani, muse, città… vita. Con uno sguardo ironico e poca pelle.  Milton Fernàndez in versione poeta presenta il suo ultimo libro Rayuela Edizioni e parla del progetto “Gli anticorpi della Creatività”, laboratori di poesia con bambini malati di cancro e anziani che partirà a settembre con la collaborazione di Giuseppe Masera (promotore della Monza’s International School of Pediatric Hematology/Oncology e fondatore dell’ospedale “La Mascota” di Managua) e Antonetta Carrabs, poetessa e presidente di Zeroconfini Onlus, entrambi presenti all’incontro. Con Paola Pellizzari, voce, e Guido Piazzi alla chitarra. A cura di Cristiana Zamparo.

ore 20.30 (Rediviva Edizioni)
Letture Romene. Il nostro obiettivo: far conoscere la letteratura romena in Italia, i grandi scrittori romeni attraverso i romanzi tradotti e i nuovi talenti letterari romeni in Penisola. Un impegno, un onore: portare i valori letterari e culturali in Italia, valori che definiscono un popolo di origine latina con radici e valori europei. Con gli autori Ingrid B Coman (Il villaggio senza madri), Bujor Nedelciovici (La mattina di un miracolo), Irina Turcanu (Io scelgo), Julio Monteiro (La grazie di casa mia). Presenta: Violeta Popescu.

ore 21.30 (Poiesis Editrice)
Presentazione di Ferite di parola di Ivana Trevisani e Leila Ben Salah. La partecipazione delle donne alla rivoluzione dei Paesi arabi. Incontro con le autrici.

ore 21.30
SOTTOSOPRA
Autori diversi ci presentano una breve storia delle trasformazioni della nostra città in superficie e nel sottosuolo. Un tributo a Milano che parte dalla notte dei tempi e arriva fino all’EXPO. Partecipanti (elenco dei partecipanti con ruolo all’interno dell’evento)   Clara Monesi, Sergio Solenghi, Laura Rozza, Pierangelo Parolini, Enzo Florio, Salvatore Novello, Maria Cascone, (attori) Vitangelo Gadaleta, Michele Caserta (tecnici). A cura di  Clara Monesi

 

Domenica 8 giugno

 

ore 11.30 (Archivio Dedalus Edizioni)
Presentazione di Botticino sera: vita possibile di Giovanni Paolo Maggini di Vincenzo Pezzella. Il suono della liuteria è un progetto che intende allargare la conoscenza del mondo della liuteria attraverso letteratura, concerti ed occasioni pubbliche, al fine di destinare una data alla “celebrazione mondiale condivisa”.  Oltre a questa iniziativa verranno illustrati gli altri titoli delle collane delle Edizioni Archivio Dedalus (poesia, saggi, storia dell’arte, prosa).

ore 14.30 (Arcadia & Ricono)
Crediamo nel teatro. ll nostro progetto nasce dalla volontà di regalare agli appassionati di quest’arte magica il gusto di poter leggere e rileggere le storie che amano, che hanno visto in scena o che si divertiranno ad allestire nella loro mente, così come sono state concepite dall’autore. Presenteremo alcuni dei titoli pubblicati in questi anni di attività, tra cui Il discorso del re (D. Seidler, 2012), La parola ai giurati (R. Rose, 2008), Ardente Pazienza (A. Skàrmeta, 2013). Relatirce: Marta Papola.

ore 15.30 (Edizioni Piuma)
Edizioni Piuma: con una piuma puoi… Dai 5 anni ai teenager, l’editoria si rinnova con Edizioni Piuma. I nostri personaggi approdano ai tablet e ai cellulari per insegnare e intrattenere, con giochi, storie, info e altro ancora. Ti raccontiamo chi siamo e chi vogliamo diventare. La nostra passione per la fantasia, la lettura e l’illustrazione. Vieni a conoscere i nostri amici che, presto, diventeranno anche i tuoi! Vieni a conoscere le nostre storie che, presto, potrebbero essere… le tue! Con Iris Bonetti, autrice, e Francesca Di Martino, autrice illustratrice.

ore 15.30 (Graphot – Spoonriver Editrice)
La Riva, il borgo e la Baia del Re e Proverbi Milanesi. Gli autori parleranno della loro città, Milano, attraverso i loro libri: La Riva, il Borgo e la Baia del Re, Roberto Marelli, Porta Ticinese, oh cara, di Roberto Marelli, Commentario dei detti e dei proverbi milanesi, a cura di Pierluigi Amietta. Con Laura Giachino, editore.

ore 16.30 (Miraviglia Editore)
Bischerock’n Roll: Matteo Renzi una vita a cento all’ora, Francesco Borgonovo e Walter Leoni, 2014. Due giornalisti con penna pungente ritraggono il Premier Matteo Renzi dalla nascita fino alla Presidenza del Consiglio. Interviene: Maurizio Milani, scrittore, giornalista, uomo di spettacolo.

ore 16.30 (Marco Saya Edizioni)
Tre poeti milanesi si raccontano… Il gioco de Le belle stagioni è complesso, e per certi versi tutto psicologico. Se la poesia è uno strumento di salvezza, Krauspenhaar sa pure che ciò da cui vuole salvarsi è il teatro al quale la vita sembra costringerlo. La poesia cerca di liberarsi una volta per tutte di se stessa: perché non è altri che lei la vera condanna. Nella Milano di Vaglio in cui si vive gomito a gomiti, in un realismo terminale così avvolgente come un sudario, ci sono dei campi base utili per scalare le montagne della nostra temporalità. Sono i bar con musica e avventori, che permettono di pensare quasi shackespirianamente intorno all’esistere o invece no. La parola poetica della Mearini pare scolpita sul foglio come per testimoniare una mancanza temporale attraverso la propria fisica presenza, quasi fosse, l’autrice, uno scultore che lavora non solo il marmo, bensì l’incavo già solcato precedentemente. È una scrittura eversiva dunque, ma sempre precisa e presente a se stessa. Con Franz Krauspenhaar, Elena Mearini, Luca Vaglio, autori ; Marco Saya, editore.

ore 17.30 (Ink- Metamorfosi – Mind)
Laggiù, sulla Frontera con Guido Mattioni e il suo romanzo Soltanto il cielo non ha confini. Il Rio Grande è la frontiera tra Messico e Usa, miseria e dollari, Male conosciuto e Bene sperato, Essere e Poter diventare. È la porta di servizio per chi cerca l’American Dream. Come Hernando e Diego, gemelli ma diversissimi: un Abele per vocazione e un Caino per necessità. Vicenda tragica e farsesca popolata da trafficanti spietati e giornalisti curiosi, santoni sanguinari e miti contadini, donne dal gran cuore e uomini dal fegato a pezzi. Così, fino a una conclusione imprevista. Interviene Rosamaria Sarno, giornalista ed editore.

ore 17.30 (Parallelo45 Edizioni)
Presentazione di Tempo per morire di Anthony J. Latiffi .Un entusiasmante noir-poliziesco con i ritmi da CSI americano, da uno dei più affermati autori “pulp” albanesi. Un titolo a dir poco forte, che richiama e grida. La storia si svolge a Tampa, in Florida. Jackie Monahan, un’agente dell’FBI, incastrata in una vita privata complicata e senza sbocco, si trova di fronte a un caso di stupro e sequestro di persona. Una storia unica e particolare, com’è nello stile di Latiffi, piena di colpi di scena che impongono di non abbandonare le pagine del libro neanche per un istante. Con Anthony J. Latiffi, autore, e Cristiano Repetti, editore.

ore 18.00
Per un dialogo tra le Culture e le Arti. Attualità del mito indiano dell’età oscura.
Incontro- Intervista  di Ivan Cantoni (Critico e storico dell’arte) con Giuseppe Cognetti (Univ.Siena) e M.Roberta Cappellini (Pres.CIRPIT).  Il libro di Giuseppe Cognetti “L’età oscura” mostra l’attualità della critica di René Guénon alla modernità e al suo mito egemonico e civilizzatore. Da qualche decennio i rischi enormi presenti in questo scenario hanno incoraggiato la via dell’interculturalità e del dialogo, che anima l’opera di Raimon Panikkar, attraverso una rilettura attualizzata delle tradizioni esperienziali dell’umanità alla luce dei limiti della nostra cultura occidentale, definita appunto da Guénon “età oscura”. Guénon e Panikkar hanno indicato i nuovi orizzonti di senso e aperto prospettive. Quest’opera alchemica come evidenziato nel testo di Maria Roberta Cappellini “Sulle tracce del sogno dell’uomo a colloquio con Raimon Panikkar”  è resa possibile soprattutto dal linguaggio dei simboli, che permette il dialogo tra le culture e le arti, come mostrano la musica di Paolo Cognetti e la pittura ermetica di Giuseppe Billoni.

ore 18.30
Il diavolo o Van Gogh. La storia vera di un’inquietante tela firmata Vincent di Alan Zamboni con Antonio De Robertis. Van Gogh raccontato con immagini musica e parole. Un viaggio particolare e unico tra colori e musica, un van Gogh raccontato con canzoni scritte ispirandosi alla sua vita, letture tratte dalla sua corrispondenza e la proiezioni di immagini dei quadri e dei luoghi che hanno visto svilupparsi la sua arte. Un modo diverso di scoprire un pittore facendosi trasportare all’interno del suo mondo affascinante e poetico. Alan Zamboni: Piano e voce Angel Galzerano: Chitarra.

ore 18.30 (Edizioni Libreria Sportiva Eraclea)
Presentazione di Ininterrottamente Inter di Marco Ardemagni. Il giorno di gloria dell’Inter del Triplete rivive a quattro anni di distanza nel racconto “folle” di Marco Ardemagni, del gruppo storico di “Caterpillar” (Radio2). Ogni movimento, ogni azione, ogni giocata di Inter-Bayern, finale di Champions giocata al Bernabeu il 22 maggio 2010, vengono passati al microscopio, alla ricerca dei momenti decisivi che spesso sfuggono a spettatori e addetti ai lavori. Con Marco Ardemagni, autore, e Paolo Maggioni, relatore.

ore 20.00
Dall’Egitto alla Siria. Il principio di una rivoluzione umana. 
Lettura di brani del libro di Mamadou Ly  e Dario Renzi (Prospettiva Edizioni). Con la presenza di Mamadou Ly e la proiezione di immagini di piazza Tahrir e della rivoluzione Siriana. A cura di Giorgio Salmon (Prospettiva Edizioni).
Sala 3 La Fornace, alzaia Naviglio Pavese 16 – tram 3, 9; bus 47

In collaborazione con

(clicca sul loghi per vedere gli eventi ospitati. Per il programma completo, vai al programma per date o alla mappa)

biblioChiesarossa CantinaScoffoneLOGO

BistroTempoRitrLOGO

CUbamilanoLOGO
CASCINACUCCAGNA libragioniLOGO
JustCafeLOGO DidaBarLOGO
FornaceLOGO  OfficinaCoviello
 Tadino  ScaldasoleBooks
tongsBar BCM feb08 versione_6
spazioYoga

Emergency

Le Libragioni

Le Libragioni, via G. Bardelli 11
MM2 Lambrate; bus 39

 

Mercoledì 4 giugno

ore 18.30
Inaugurazione della mostra Minimal  Incipit.
Un’opera grafica composta da tavole stampate su cartone pressato che riproducono gli incipit dei più celebri classici della letteratura mondiale sapientemente abbinati a immagini stilizzate minimal: essenzialità che comunica dando spazio alla grafica pura, agli equilibri e alle proporzioni. Esposizione di grafici con C[H]erotto, pseudonimo di Giancarlo Pasquali autore dei Minimal Incipit.

ore 19.00
Effetti personali.
Si può entrare tra le pagine di un libro da molte porte, ma sempre per vivere un po’ di tempo lontani dal nostro tempo e dal nostro spazio. Basta lasciarsi invitare.  Effetti Personali lo fa benissimo e, attraverso venticinque racconti, ci guida in venticinque incredibili avventure. Presentazione del libro Effetti Personali di Rossana Girotto (RSW Italia Editore) Con Rossana Girotto, il M.o Marco Bertona e altri musicisti.

ore 21.00
Dal Giappone alla Toscana medioevale.
Viviamo o sopravviviamo? La paura del cambiamento, la fatica necessaria per raggiungere la felicità, il coraggio della scelta, sono tutti ostacoli che spesso non saltiamo per pigrizia o per timore lasciando che gli eventi decidano per noi. (Il custode di Izu  di Christiano Cerasola). Le più abili guaritrici nel medioevo, invece, esperte nell’arte del sapere delle erbe e del conservarle, non sempre potevano lasciare nulla al caso perché un minimo errore poteva causare anche la morte del paziente. Spesso però quest’arte veniva confusa con la magia del demonio. (Storia di un processo inquisitorio di Susanna Berti Franceschi); Elmi’s World.

 

Giovedì 5 giugno

ore 21.00
Sotto il campanile (un cortile e la sua storia).
1956 – la vita nella corte dei sassi procede con i soliti blandi ritmi, ma un evento inaspettato innescherà una serie di intrighi che sconvolgeranno la vita di numerose persone. I protagonisti della storia si muovono nei piccoli spazi di un paesino lombardo dove il tempo è ancora scandito dal lavoro dei campi e dai ritmi tentativi di lavoro artigianale. Gioie, dolori, passioni, sogni e qualche mistero. Con l’autrice, Denise Villa, l’editore (Memoria del mondo).

 

Venerdì 6 giugno

ore 18.00
PoeTrie – PoesiA e SimmetriE.
Presentazione di Questo legno storto che sono io di Irene Paganucci (Marco Saya Edizioni) e Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo antologia di autori vari tra cui sarà presente come ospite Andrea Tomaselli (Bel Ami Edizioni). Un’occasione per parlare, ascoltare, riflettere e capire la poesia con due voci forti, intense e nuove. A cura di Carolina Crespi e Francesco Annarumma.

ore 21.00
Non sembra neanche Dicembre.
Costantino leggerà i suoi racconti (Roundmidnight edizioni) e poesie inedite con la sua voce calda e coinvolgente. Reading omaggio a quelli che si tenevano negli anni ’70 in California. Con Vincenzo Costantino.

 

Just Café Pacini

Just Café Pacini, via G. Pacini 23
MM2 Piola; bus 39

 

Mercoledì 4 giugno

ore 19.00
Vedere di corsa e sentirci ancora meno.
Marco Frattini, autore e maratoneta brianzolo, racconta la sua esperienza e presenta il suo libro. Libro patrocinato dalla F.S.S.I (Federazione Sport Sordi Italia) presentato in collaborazione con l’associazione culturale LI.FRA e la rivista XRUN. Con Marco Frattini.

Ore 21.00
Nuvole&Nubi.
Nuvole&Nubi quasi un ossimoro. E’ in questa chiave che i due autori snocciolano nelle pagine del libro le loro riflessioni. Da un lato Marcello spiega cosa sono le nuvole e come si arriva a capire quando e come arriveranno sopra le nostre teste e cosa faranno, dall’altro Ivan che ci dice come le nubi siano la nostra controfigura inconscia. Esempi, considerazioni, riflessioni si intersecano tra la dotta spiegazione – alla portata di tutti – e la metafora della fiaba. Il ritmo, a volte incalzante, è altalenante tra la realtà e la fantasia. Estremizzando tecnica e pensiero, ancora meglio meteorologia e psicologia, che poi sono indissolubilmente collegate. Presentazione del libro con Ivan D’Agostini e Marcello Mazzoleni (autori) e Luca Malini (Memoria del Mondo Edizioni).

 

 

Venerdì 6 giugno

ore 19.00
I gialli di Miraviglia.
Presentazione di cinque gialli di successo Miraviglia: Deadly Secrets di Ian McFadyen, Pestilence di Ken McClure, Terrified di Kevin O’Brien, Rvery Dark Place di Craig Smith e la Donna del Labirinto di Valentina Olivastri.

Venerdì 6 giugno

ore 22.00
Sandropiteco.
Il Ducoli presenta le canzoni della sua ormai ventennale carriera: dagli esordi di Lolita’s Malts e Malaspina, fino ai più recenti Brumantica, Piccoli Animaletti e Sandropiteco, passando per le scorribande FolkAndRoll di I Never Shot An Indie. Con lui sul palcoscenico i suoi più fidati compagni di viaggio: che si tratti di Ducoli & The Rhino’s (Valerio Gaffurini, il bassista Matteo Cossu, il chitarrista Mario Stivala e il percussionista Matteo Marchese), che si tratti di Lupita’s Project (il pianista Valerio Gaffurini, il bassista Matteo Cossu, il chitarrista Mario Serioli e il percussionista Mirko Spreafico), oppure dei Bartolino’s (il chitarrista Mario Stivala, i percussionisti Mirko Spreafico e Gabriele Stivala, e il bassista e fisarmonicista Roberto Angelico), ma anche in formazione ridotta duo-trio. Un live act di grande forza narrativa ed emotiva in cui il Ducoli, istrionico e assoluto mattatore da palco, non tralascia di proporre i migliori episodi della sua ormai lunghissima discografia: Un piede nella fossa e quell’altro sulla vanga, Giovanna, Sgangherata, Maddaluna, Sandropiteco. Ad arricchire il concerto ci sono anche i curiosi aneddoti che riesce ogni volta ad improvvisare secondo gli schemi del più autentico Teatro-Canzone all’italiana. Con Alessandro Ducoli: voce, Valerio Gaffurini: pianoforte.

 

Dida Bar

Dida Bar, via Cardinale Federico 7
MM1-3 Duomo; tram 2, 3, 14

 

Mercoledì 4 giugno

ore 19.00
Scontro poetico tra due avanguardie
: reading con Guido Oldani, Giuseppe Langella,  Elena Salibra, Marco Pellegrini, Lorena Carboni, Andrea Vigentini, Valentina Vittori, Stefano Fornaro, Francesca Nacci, Gilberto Colla – teatro La Torre dei Sogni (Empoli),  Marco Falaguasta – Teatro Testaccio (Roma), Roberto Carusi.

ore 21.00
Concorso esterno in suicidio volontario.
Un uomo e una donna si incontrano in chat rispondendo ad un annuncio in cui si cercano persone disponibili a condividere un sogno: farla finita. Due sconosciuti alle prese con una realtà tanto reale e drammatica quanto surreale e comica. Sogni, speranze, ambizioni che sembrano sfumare per poi riaffiorare in un grottesco inno alla vita. Due rappresentazioni teatrali, una comica e una drammatica con Cosimo Maruccia e Mariagabriella Coscarella.

Giovedì 5 giugno

ore 21.00
“Nessuno ripara la rotta”.
  La Vita Felice, Paolo Agrati. Ironica, polemica, anticonvenzionale. Una lettura che si interroga sui percorsi della distanza. Uno spettacolo di parole e musica. Poesie tratte dal libro “Nessuno ripara la rotta” di Paolo Agrati accompagnate dalle musiche originali del pianoforte di Silvano Spleen. Le arti di Paolo Agrati e Silvano Spleen si fondono in una simbiosi tra poesia e musica dando vita ad uno spettacolo incentrato sul gesto, la parola. Ironici, irriverenti ma anche romantici, i testi di Paolo Agrati sfidano i luoghi comuni, li dileggiano, mettendo a nudo le piccole, grandi debolezze del quotidiano. Con Paolo Agrati e Silvano Spleen al pianoforte.

 

Venerdì 6 giugno

ore 19.00
Quelli che fan l’arte… fuori dalle porte.
Le parole, le poesie, i racconti della scrittrice Giusy Caligari, accompagnati dalla chitarra di Tabaccobruciato in un evento che vedrà anche l’esordio da cantautrice della scrittrice e poetessa milanese. Tutto nel modo più informale possibile di “quelli che fan l’arte… fuori dalle porte”. Con Giusy Caligari e Giorgio Angelo Cazzola.

ore 21.30
Sylvia  Plath  & Ted Hughes. Anche tra fiamme violente si può piantare il loto d’oro.
Performance scenica sul percorso poetico, intrecciato alla vicenda umana, di Sylvia Plath (1932- 1963), la scrittrice americana morta suicida a soli trent’anni, riconosciuta oggi come una delle più importanti e potenti voci poetiche del novecento, la prima ad aver ricevuto il premio Pulitzer post mortem. Il progetto evoca, stagliandosi come le tessere di un mosaico, tutto l’iter che lega le tappe salienti della scrittura e del vissuto della Pltah: l’amore dirompente per la poesia; la tenace volontà di diventare scrittrice; l’incontro con il poeta Ted Hughes che segnerà in modo indelebile la sua vita; il difficile rapporto con la madre; la mancanza della figura paterna; la psicoanalisi, la morte. La poetica di Sylvia Plath, interpretata da Paola Ferrari, si svela in un suggestivo alternarsi e rincorrersi di situazioni, rievocate da Ted Hughes, interpretato da Raffaele Rinaldi. A cura di Istriomania.

 

Sabato 7 giugno

ore 19.00
Vivere la filosofia.
Il pensiero filosofico ha il dovere di tornare alla sua funzione originaria di ricerca di senso legato all’esistenza. Un bisogno sempre più diffuso nella società moderna nella quale l’individuo si rispecchia in modelli di comportamento standard e perde la sua unicità e la capacità di decidere autonomamente. Laura Campanello e Moreno Montanari, entrambi autori di Tracce, la nuova collana di filosofia di Mursia, propongono un incontro in cui spiegano come e perché la filosofia deve tornare a essere pratica, e scendere verso la realtà, la quotidianità, e la concreta ed effettiva esistenza. Riflessioni tratte da “Vivere la Filosofia” e “Sono vivo ed è solo l’inizio” di Moreno Montanari e Laura Campanello – ed. Mursia.

ore 21.00
Sulla strada per Leobschuz.
Performance recitativa interpretata dalla compagnia Maskere su testi poetici di Daniela Santoro tratti da “Sulla strada per Leobschuz” (La Vita Felice). Anche la poesia fa i conti con la storia, con il buio della storia, e qui  li fa con l’eclisse dell’umano nei lager del XX secolo, con la rievocazione delle cacce all’uomo, delle “marce della morte” che dell’olocausto pure compongono il quadro di insieme. L’inizio e il suo tragico epilogo.

Cascina Cuccagna

Cascina Cuccagna, via Cuccagna 2/4 ang. via Muratori
MM3 Lodi; bus 90/91, 92

 

Mercoledì 4 giugno

ore 19.00
Il sistema corruzione, di Piero Di Caterina e Laura Marinaro  I cittadini non sanno come si ruba, dove lo si fa, quali sono i trucchi usati per sviare la magistratura, né sanno come difendersi e ribellarsi. Per questo sono necessarie nuove e più forti consapevolezze. Il sistema corruzione dà gli strumenti per farlo. Il libro nasce dall’incontro tra Piero di Caterina, imprenditore di sinistra,  uno dei grandi accusatori e testimone chiave dell’inchiesta sul “Sistema Sesto”, nido di mala politica  e corruzione nel comune dell’hinterland milanese, e Laura Marinaro, giornalista che segue la vicenda per il quotidiano “Libero”, cercando di fare chiarezza sull’intreccio tra soldi e politica. La storia di Di Caterina parte dai soldi dati ai partiti per poter lavorare, da gare di appalto truccate, da richieste impossibili da parte dei politici: lui denuncia, i giornali cominciano a raccontare e la politica trema. Saranno presenti l’autore, Piero Di Caterina. Imprenditore milanese, attivo nel settore del trasporto pubblico, diventa il grande accusatore di Filippo Penati e del “Sistema Sesto”. Le sue denunce fanno tremare la politica lombarda e non solo e vogliono mettere fine a un malcostume politico che sta stritolando l’economia della nostra nazione.  Conduce la serata, Elisa Giacalone. A cura di Elisa Giacalone.

Giovedì 7 giugno

ore 19.00
Volevano cambiare il mondo. 
Amore e rivolta a tempo di rock (No Reply edizioni) di Luca Pollini. Sogni, musica e speranze degli Hippie, movimento che, ancora oggi, riesce ad affascinare e segnare il nostro immaginario. I Figli dei fiori, a metà degli anni Sessanta, riescono a liberarsi dai pregiudizi, a fuggire dal consumismo, si affermano nel campo artistico e lottano per un mondo senza barriere razziali e discriminazioni di sesso. Un’ideologia basata soprattutto sull’amore, inteso come modo di porsi di fronte alle cose, alle persone, alla vita e che ha sedotto giovani e intellettuali, rockstar, e gente comune. Tra storie, leggende e aneddoti, questo libro racconta i quattro anni del movimento hippie, dal 1965 al 1969. Con Luca Pollini, Luigi Bolognini, giornalista di Repubblica, e Pietruccio Montalbetti, leader dei Dik Dik.

Venerdì 6 giugno

ore 19.00
Ci leggiamo e dileggiamo. Lettura di racconti inediti sul tema “Metropolis”. Dal laboratorio di scrittura nasce la voglia di leggersi e commentarsi, scopriamo di essere capaci non solo di scrivere ma anche di ridere, impariamo la bellezza della condivisione. Con “Le Penne di Pollo”: Lorenzo Banfi, Fiorella Butti, Marco Castiglione, Susanna De Ciechi, Silvano Gasparetto, Nicoletta Molinari, Francesca Moscato, Lisa Pavesi, Monica Pegna, Patrizia Puleio, Giovanna Vanin.

 

Sabato 7 giugno

ore 19.00
Premiazione del concorso PRIMA I LETTORI
. A cura di Sandro Frera e dell’Associazione Culturale “L’Accordata”. (Vedi http://primailettori.wordpress.com/)

Cubamilano

Cubamilano, via A. Sforza 47
tram 3; bus 79

PLESURES, aperitivo ore 19.00, inizio performance ore 21.00
Tutti gli eventi sono riservati a un pubblico adulto

Mercoledì 4 giugno
La padrona di Ayzard… alla scoperta del mondo delle prodomme
. Presentazione – dibattito sull’ultimo libro di Ayzard, personalità nota nel modo dell’alternative lifestyle , sessuologo ed esperto di tematiche bdsm. Il suo ultimo romanzo è la ricostruzione della vita straordinaria e per  molti versi eccezionale di una delle prime prodomme italiane. Al dibattito parteciperà anche una delle amiche più care della protagonista del libro (purtroppo deceduta) e nota Prodomme, Ingrid.

Giovedì 5 giugno
I tarocchi di D. Una mostra particolare tutta giocata sulla reinterpretazione dei 22 arcani maggiori in chiave fetish. L’artista , Franco Coletti, un uomo colto e punto di riferimento da anni con il nick Francis della comunitá bdsm italiana ha dedicato le sue chine su cartoncino a D. La sua musa, la fonte della sua aspirazione e la sua Signora , colei che ha le chiavi del suo destino. Special guest della mostra una cartomante che leggerà il destino alle coppie presenti utilizzando uno speciale mazzo di tarocchi disegnato dall’artista.

Venerdì 6 giugno
Bizzarro Film Festival Retrospective. E’ stato il primo e il più importante festival di corti erotici OFF nel nostro paese. Per molti anni il Bizzarro Film Festival é stata l’occasione per confrontarsi con artisti , registi , musicisti e artisti in generale che cercavano una via alternativa per esprimere nell’arte cinematografica erotismo , sensualità e un alternative lifestyle non necessariamente legato al gender ma piuttosto al gusto. Nei giorni del Festival verrà proiettata un’ampia retrospettiva dei migliori corti in concorso, vincenti e non, nella storia del Festival e la proiezione sarà preceduta da una presentazione dell’anima del Festival , il suo inventore e il curatore Daniele Baricodi aka TM2.

Sabato 7 giugno
Push the poetry – De la cama a las plazas (Dal letto alle piazze) Reading poetico tra sesso, sentimento e politica: Slavina traduce e introduce 4 autrici della scena postpornografica spagnola. Si chiamano Ana Elena Pena, Diana Torres aka Pornoterrorista, Lucia Egaña aka Lucy Sombra e Patricia Heras. Sono artiste che si muovono con la stessa naturalezza negli ambiti accademici e nell’underground, anche se per la cultura mainstream i loro discorsi sono ancora indigeribili. Ed è per questa ragione che li proponiamo nel contesto di Pleasures, aprendo una finestra sulla poesia emergente dello stato spagnolo.

Domenica 8 giugno
Non il solito bondage.
Esploriamo la sensualità delle corde attraverso il racconto di come sia nato in giappone questa antica arte e di come si sia poi evoluta in occidente. Il pubblico avrà modo di interagire con esperti rigger e di mettersi alla prova personalmente provando al sensualità dei nodi di amore e corde.

Cantina Scoffone

Cantina Scoffone, via Pietro Custodi 4
tram 3, 9

Mercoledì 4 giugno

ore 19.00
Aperitivo con la Cucina della memoria
. Assaggi e parole con il piccolo manuale d’Internazionalismo culinario di Marcelo Caracoche (Rayuela Edizioni) “Alla fine dell’Ottocento, mia nonna Clara emigrò in Argentina. Tra le cose che portò con sé c’era un piccolo quaderno manoscritto con le sue ricette, le ricette della memoria…”. Un giro intorno al mondo con i piatti della cucina popolare, tutti accompagnati dal vino giusto e, magari, dal racconto della loro origine, in una serata tutta da gustare. Con l’autore, Marcelo Caracoche.

 

Giovedì 5 giugno

ore 19.30
Il politico è cattivo. È stupido. È incapace… e farà carriera!
Il protagonista del romanzo è un essere umano mosso dai più bassi istinti, chiuso in un’indolenza quasi morbosa, ma capace di inconsulti atti di violenza. Un’assoluta nullità che vedremo scalare, quasi controvoglia, l’intero sistema sociale, sino a raggiungere la posizione più elevata, nel ruolo di deputato della Repubblica Italiana. “Il politico” è un romanzo caustico, in cui il dramma di un sociopatico si trasforma nell’efficace descrizione di una società allo sbando e in un esplicito quanto preciso atto di accusa verso quegli stessi apparati politici e istituzionali che ne permetteranno e favoriranno l’ascesa sociale.Un libro imperdibile per chi, attraverso la lente grottesca della letteratura, voglia davvero comprendere i tempi che stiamo vivendo. Presentazione e lettura del romanzo con l’autore Pee Gee Daniel.

ore 21.00
Il dinosauro di plastica.
Federico Scarioni presenta la ristampa del suo libro d’esordio “Il dinosauro di plastica” edito da La Memoria del Mondo libreria editrice. Ad accompagnarlo Niccolò Bolchi che eseguirà un brano ispirato al libro “L’amore non va in pensione – Il dinosauro di plastica” e qualche brano che anticipa l’album in uscita come solista. www.ildinosaurodiplastica.it Presentazione+Musica con Luca Malini (editore), Federico Scarioni (autore), Niccolò Bolchi (cantante).

 

Sabato 7 giugno

ore 20.30
El risott del Carlo Porta – Viaggio gastronomico nella Milano del Poeta. Metti un giorno di fine primavera, un’osteria milanese, quattro amici seduti a un tavolo (Carlo Porta, Giovanni Berchet, Gaetano Cattaneo e Tommaso Grossi). Un libro “ghiotto” dedicato alla cucina milanese e a chi ama Milano e le sue tradizioni, che regala al lettore anche il piacere di mettersi a tavola con Carlo Porta, grande poeta ma anche buona forchetta che amava gustare sia le pietanze che gli preparava la moglie Vincenzina, sia girovagare per le osterie dove sapeva di poter trovare autentici piatti meneghini. Ghiotta conversazione con Giovanna Ferrante, autrice del libro (Ancora Editore). A cura di Monica Viali.

 

Bistrò del Tempo Ritrovato

Bistrò del Tempo Ritrovato, via Vincenzo Foppa, 4
MM2 Sant’Agostino; bus 50

Mercoledì 4 giugno

ore 18.30
Un amore con due braccia (Lieto Colle). Le poesie di Donatella Bisutti. Performance pittorica estemporanea improvvisata di Alessandra Wahid. Con Michele Fiore alla batteria e Simone  Carugati  al contrabbasso. A cura di Rossella Pretto.

ore 20.00

Concerto architettonico Futurista per pianoforte, voce recitante e soggetti sonori. Compositore ed esecutore del brano pianistico, Christopher Pisk, autore del testo letto, Antonio Sant’Elia, voce recitante Barbara Bicchiri.
Giovedì 5 giugno

ore 19.00
Laggiù, sulla Frontera
con Guido Mattioni e il suo romanzo “Soltanto il cielo non ha confini” (Ink, 2014)
Il Rio Grande è la frontiera tra Messico e Usa, miseria e dollari, Male conosciuto e Bene sperato, Essere e Poter diventare. È la porta di servizio per chi cerca l’American Dream. Come Hernando e Diego, gemelli ma diversissimi: un Abele per vocazione e un Caino per necessità. Vicenda tragica e farsesca popolata da trafficanti spietati e giornalisti curiosi, santoni sanguinari e miti contadini, donne dal gran cuore e uomini dal fegato a pezzi. Così, fino a una conclusione imprevista.

ore 21.00
Il Paradiso delle Urì.
Alessandro Manca rileggerà, accompagnato da musicisti, alcune parti del romanzo Il Paradiso delle Urì, scritto nel 1966 da Andrea D’Anna. “Non saprei proprio come definirlo. E’ un romanzo autobiografico, psicadelico, di fantareligione? So solo che l’ho scritto perché dovevo scriverlo”. Scritto sotto l’effetto di sostanze allucinogene, è un atto d’amore per l’Africa e il suo crogiolo di razze, culture e religioni. Fu pubblicato nel 1967 da Feltrinelli con un’introduzione di Fernanda Pivano. Con Alessandro Manca e un sax.

 

Venerdì 6 giugno

ore 18.30
Achab – scritture solide in Transito.
  La rivista letteraria Achab, fondata e diretta da Nando Vitali, presenta il nuovo numero dedicato al sacro. Il sogno, colloquio misterioso fra umano e divino, accompagna il nostro viaggio nella terra dei nomi, delle piccole cose, degli atti inconsistenti arresi all’invisibile. Riletture dei testi biblici e nuove storie storte che liberano il riso, dono prezioso degli Dei all’amicizia degli uomini. Mostra fotografica di Cristina Mesturini. Con Fabrizio Elefante e Giuseppe Munforte, letture di Sara Calderoni e Franz Krauspenhaar.

ore 21.00
Parto da una ragnatela.
Parto da una ragnatela e mi affido al vento. La lettura di alcuni brani del libro, Ragnatela Tholiana, diventa il pretesto per raccontare una vita. Con l’autore, Livio Cotrozzi, Roberto Pasucci (musica e arrangiamenti) e le improvvisazioni vocali e musicali di Monica Quadraroli (cantante lirica, compositrice).

 

Sabato 7 giugno

ore 19.00
Life on Loan. Vita in prestito
. Presentazione del romanzo Life on loan. Vita in prestito di Rossana Balduzzi Gastini (Betelgeuse Editore). La vita di Clara Scardi è stata sconvolta dalla scomparsa del marito, ricco finanziere, il cui corpo non è mai stato ritrovato. A seguito della tragedia che l’ha colpita, Clara, che non ricorda nulla del proprio passato, vive in una condizione di apatia. Nel frattempo, l’avvocato Mario Valadier si trova ad affrontare l’inspiegabile scomparsa della moglie Emma. Di chi o di che cosa è vittima Clara Scardi? Che fine ha fatto Emma Valadier? L’autrice parlerà al pubblico, introducendo i temi forti del libro: la fragilità dell’esistenza, il ruolo determinante della casualità, la difficoltà a distinguere tra vero e falso, tra apparenza e realtà, il conflitto tra bene e male, tra normalità e follia, la criminalità finanziaria. Durante la presentazione verrà proiettato il book trailer di Life on loan, prodotto da Marta Gastini, e attori professionisti leggeranno alcuni brani scelti dal testo. Conducono l’incontro, l’attore Diego Parassole, volto noto di Zelig, e la giornalista Enrica Giannini di Radio Alex. Inoltre, ci sarà l’intervento del Prof. Nicola Ruffo sul tema dell’ipnosi basata sul metodo Erickson e il problema della psico-rapina. Accompagnamento musicale dei Desmond Project. A cura di Anna Ardissone.

ore 21.30
Quella ragazzina ha un talento comico (Luca De Antonis & Giancarlo Capozzoli) e in mezzo… l’oceano (and the ocean in between) (Elena Maro & Maria Olivero).
Serata teatrale e musicale dedicata a Joséphine Baker. Artiste, cantanti, musicisti, autori, daranno il loro contributo per ridisegnare la figura mitica e intrigante della grande soubrette dei teatri di Parigi degli anni ’20 e ’30, dietro la quale (dentro la quale) è nascosta un’anima coraggiosa, che si è prodigata per la lotta all’ingiustizia sociale e alle persecuzioni.  Partecipanti (elenco dei partecipanti con ruolo all’interno dell’evento) Giancarlo Capozzoli (musicista) Luca De Antonis (voce narrante, canto) Elena Maro (attrice, cantante) Maria Olivero (musicista, cantante) Giulia Riboli (musicista).

Chiesa Rossa 2014

Biblioteca Chiesa Rossa, via San Domenico Savio 3
MM2 Abbiategrasso-Chiesa Rossa; tram 3, 15; bus 79

Mercoledì 4 giugno

ore 17.00
Difendere l’allegria. 
Laboratorio di murales con la costruzione del Mural dell’Allegria per bambini dai 5 ai 10 anni, a cura di Margarita Clemènt (Proficua, Alpiandes) con materiali cartone di scarto, tempere, pennelli, stracci, secchi d’acqua.

ore 18.00
I racconti del Rosso Hanrahan di W.B. Yeats.
Presentazione dell’autore (Yeats) e della sua opera, della traduzione (Nobel edizioni) e dei criteri con cui è stata fatta. Lettura di alcuni brani, soprattutto poetici, accompagnata da musica. Presenta Alessandro Zaccuri. Con Luisa Pecchi, traduttrice, e Giorgio Donelli, violinista.

ore 20.00
Estela Carlotto, una Nonna de Plaza de Mayo.
Presentazione del libro di Javier Folco a cura dell’autore e della traduttrice Ana Valeria Dini. Insieme verrà lanciata la “Campagna per il diritto all’Identità” (la ricerca in Italia dei bambini che mancano all’appello).

Da Sud a Sud – Difendere l’allegria. Musica e parole dal Sud del Mondo con brani di Cronache sentimentali di un italiano a metà di Angel Galzerano (Gilgamesh Edizioni) e Sua Maestà Il Calcio di Milton Fernández (Rayuela Edizioni). Una serata da vivere in corpo e anima a ritmo di Tango, Candombe, Milonga. Con Angel Galzerano, Milton Fernández e il Angel Galzerano Quartet.

 

Giovedì 5 giugno

ore 17.30
Fiabe all’aperto. Incontro per grandi e piccini.
Saranno presentate, raccontate e in parte lette le Fiabe all’aperto di H.C. Andersen. L’ascolto sarà stemperato dagli intervalli musicali che creeranno delle vere e proprie pause in cui si potrà curiosare tra le bellissime illustrazioni del libro. I genitori potranno anche usufruire di una sorta di “aggiornamento” su come si legge o si racconta una fiaba. Luisa Pecchi passerà poi a leggere parti de Il vento nei salici di K. Grahame: una storia ambientata tra un fiume e un bosco ma raccontata in città per suscitare un sentimento di nostalgia per una natura fantastica! Con Luisa Pecchi.

ore 19.00
Viaggio nei sogni metropolitani sulle note di George K.
L’antologia Viaggio nei sogni metropolitani, di Isabella Pesarini (ARPANet), presenta Milano, una signora sfuggente, magica, sulle note del Dj George K per FU.ME RECORDS. Una Milano che può apparire un territorio di contraddizioni a dei ragazzi che si scambiano sogni e progetti in cima al Duomo, respirando il panorama delle loro vite. Una Milano che può diventare una trappola in metropolitana: con le contraddizioni affiorate a galla, i milanesi coinvolti riscriveranno le loro storie. Una Milano che può diventare fiaba, dove la quotidianità può essere pervasa da un tocco di magia. L’improvvisazione live del Dj George K avverrà sulla base delle conoscenze della musica elettronica e della sintesi. Modera l’incontro: Claudia Consoli.

ore 21.00
Uno e altri amori. 
Reading in musica: dell’amore secondo Carlo Coccioli, il grande “scrittore assente”, omosessuale, che incantò Tondelli. Tratti da Uno e altri amori (Piccolo Karma Edizioni), tre racconti brevi letti da tre attori: Luca Cittadini, Fiorenza Da Rold e Camilla Violante Scheller. Uno sguardo ironico ma compassionevole sui meandri del cuore e dell’anima, accompagnato da canzoni cantate e suonate da Margherita Bignardi, Marco Coccioli, Valerio Della Fonte, Marco Fior e Valerio Scrignoli. Con una breve introduzione di Marco Coccioli, e una jam session finale aperta.

 

Venerdì 6 giugno

ore 18.00
Dalla “Fine di Internet” ai “Sentieri di notte”.
L’autore, Giovanni Agnoloni, presenterà la serie “Della fine di Internet”, il suo romanzo “Sentieri di notte” e lo spin off “Partita di anime” con Emanuele Manco curatore di www.fantasymagazine.it, sconfinando tra scienza, psicologia e comunicazione.

ore 19.00
La somma del tempo.
Poesia di denuncia: quando la poesia attinge al contesto sociale rilevandone la fragilità e la perdita di senso. (L’autrice ci mostra, con infinita partecipazione, i terribili guasti fisici e morali dei quali siamo vittime oggi. Risalendo al proprio passato, ci indica la strada, il solo possibile rimedio per non perderci. Saranno presenti l’autrice del testo editato dalla Vita Felice, Cristina Balzaretti; Giulia Niccolai, Diana Battaggia (responsabile Poesia de La Vita Felice); Maurizio Alberto Molinari (poeta) in reading con l’autrice.

ore 21.00
L’esperienza del volontariato: Insieme si può!
Esperienze reali di volontariato diventano una traccia narrativa per due romanzi che raccontano differenti aree di disagio: I senza fissa dimora nella Milano contemporanea e I ragazzi dei quartieri poveri della Palermo degli anni Novanta. Letture, scambio di opinioni e ricordi si alternano alle musiche di ispirazione multietnica.
Segue concerto del gruppo A- Material Band, jazz e fusion- jazz. Con gli scrittori Federico Bagni e Fabio Giallombardo, il direttore editoriale di Autodafé Edizioni Cristiano Abbadessa e il gruppo musicale A- Material Band.

 

Sabato 7 giugno

ore 16.00
Lambro. Un monologo.
Inaugurazione della mostra fotografica che ha come protagonista il Fiume Lambro. Questa mostra nasce dalla volontà di far parlare il Lambro, metamorfosi di un fiume che si fa persona per narrare se stesso. Seguendo questo percorso poetico- parole Iride Enza Funari e immagini di Rodolfo Zardoni- potremo riscoprirci un po’ fiume e un po’ terra. I sogni, le speranze, i dubbi e le sofferenze del nostro fiume sono anche nostri. Perché il Lambro parla del nostro modo di vivere in rapporto con la natura; di come essa talvolta soffra per il mutamento imposto: trasformando la propria essenza, la forma originale del proprio corpo. Un monologo dettato per lambire le emozioni di chi saprà calarsi nelle acque talvolta beate, talvolta turbate del fiume Lambro. A cura di Iride Enza Funari.

ore 17.00
Peregrinari di-versi.
Un percorso di parole in versi; un peregrinare su strade di sonorità verbali. E di significati. Gli autori leggeranno i propri versi inediti dal loro libro appena pubblicato. Verranno accompagnati da stacchi e intermezzi musicali. Con Nanni Omodeo Zorini, Daniela Mattiazzi, Roberta Brustia, Liliana Fuse, Marco Mastromauro.

ore 18.30
Voci di donna. Percorso al femminile dal dramma alla poesia, in parole e musica.
La prima parte prevede il monologo “Ariele” tratto dal testo teatrale “Tre donne una storia”, di Livia Gianpalmo. Un racconto, una favola forse, che narra di Ariele, una bambina immersa in un mondo che può solo osservare, pur essendone protagonista. Un mondo che viene descritto come se l’ascoltatore vedesse attraverso gli occhi di un fanciullo, nei suoi luoghi, nelle persone che ne fanno parte, nella natura con tutti i suoi particolari; con quella poesia e quella meraviglia proprie del bambino, che percepisce in ogni cosa una magia perchè ancora intatta è la magia in sé. Come Ariel, lo spirito dell’Aria. Ma un mondo magico e meraviglioso può anche nascondere un lato oscuro, incomprensibile, lacerante e doloroso, al quale la piccola Ariele non può sottrarsi. Un monologo di grande tensione che utilizza un linguaggio dal carattere forte, crudo a tratti, ma traboccante di poesia, commovente, per trattare l’argomento della violenza sulle donne. La seconda parte prevede un itinerario letterario e musicale dove le liriche di poetesse come Sylvia Plath, Antonia Pozzi, Emily Bronte, Emily Dickinson, Emilia Villoresi, Maria Luisa Spaziani vengono proposte in forma canzone su composizioni originali dei Poeticanti. A conclusione la poesia di Rabindranath Tagore: dalla mente e dall’anima di un uomo, un omaggio universale alla meraviglia del femminile. Recitazione ed esecuzione musicale con Roberta Turconi: attrice, voce recitante, canto. Paolo Provasi: voce, ukulele, chitarra e Eleonora Rapone: organetto.

ore 21.00
Dal Cosmo alla parola.
“Dal Cosmo alla Parola” è un evento di poesia e osservazione delle stelle ideato e coordinato della poetessa codroipese Marta Roldan. Durante l’evento undici poeti friulani e veneti presentano le proprie opere poetiche ispirate al Cosmo. Poi ci sono le osservazioni con i telescopi che conferiscono ulteriore lustro all’evento, sempre premiato da un numeroso pubblico, attento e partecipe.  Con Antonella Barina di Venezia, Pierina Gallina di Codroipo (coordinatrice e presentatrice), Fernando Gerometta, Luigina Lorenzini di Vito d’Asio,  Alessandra Pekman di Muggia, Marta Roldan di Codroipo(organizzatrice), Irene Urli di Codroipo, Franco Falzari di Camino al Tagliamento, Viviana Mattiussi di Codroipo, Elisa Mattiussi di Codroipo; Patrizia Pizzolongo di Cividale del Friuli; l’astrofilo Fabio Mariuzza di Codroipo e il gruppo di astrofili Astromirasole di Milano.

 

Domenica 8 giugno

ore 10.30
Cos’è l’allegria.
Mattinata di riflessioni, scritture e disegni (per bambini della scuola primaria). Materiali: carta, pennelli. A cura di Proficua e Alpiandes.

ore 11.00
Come Tonio Kröger: Antonia Pozzi e Gian Antonio Manzi giovani intellettuali nella Milano degli anni Trenta.
Presentazione dei volumi Matteo M. Vecchio, Perché la poesia ha questo compito sublime. Antonia Pozzi. Otto studi, Borgomanero, Ladolfi, 2013; Gian Antonio Manzi, Lettere a Carlo Bo e scritti di letteratura, a cura di Matteo M. Vecchio, Firenze, Le Cáriti, 2014.Interviene Matteo M. Vecchio.  Introduce Elisa Giacalone.  Letture di Silvia Giacomini.

ore 16.00
In volo.
Nove racconti metropolitani, nove storie di emozioni, dolori, rinunce e incomprensioni ma anche, soprattutto, di speranza. Spaziando tra noir e storie d’amore l’autrice, Carla Pirovano, racconta storie i cui fili conduttori sono il bisogno di leggerezza e la voglia di rivalsa che hanno contraddistinto la giovinezza di coloro che nacquero negli anni ’70. Una generazione, questa, che fin dall’infanzia aveva respirato un clima di pesantezza ideologica e di paura e che per voltare pagina ha dovuto “volare” di fantasia. “In volo” (Gemini Grafica Editrice) racconta la storia di questo percorso. Con Carla Pirovano.

ore 17.00
La vita in dissolvenza.
Teatro poesia. Due poemetti monologhi. Il primo “Gestazione dell’addio” è dedicato a Valentina Cavallo, morta suicida sei anni dopo aver subito uno stupro. Nel secondo “Aurora/Sara” è una bambina a raccontare il disagio che la disattenzione degli adulti provoca nei bambini.
A seguire reading presentazione di L’Ospite indocile (Passigli) di e con Luciana Argentino.

ore 17.30
Dipingiamo le scatole
Con Margarita Clement, con l’associazione Proficua e Alpiandes.

ore 19.30
Volti delle donne nel tempo
. Tratto dai racconti “Volti di carta, Storie di donne del Salento che fu” di Raffaella Verdesca, lo spettacolo teatrale rappresenta attraverso la storia di 6 donne esemplari, vissute fra le due guerre e nel periodo postbellico, il percorso faticoso delle donne per emanciparsi dalla fatica, dalla violenza e dalle intimidazioni, alle quali rispondono con determinazione e grande dignità. Donne di un tempo, ma che ritroviamo nelle tante donne acrobate di oggi che lottano per la vita nel nostro Sud e nel Mediterraneo, discriminate e oggetto di violenza, ma imperterrite nell’affermare il diritto al lavoro, all’istruzione e agli affetti. Spettacolo teatrale con Paolo Rausa (regista), Luisa Ranieri, Paola Matesi, Giancandido Defendi, Manuela Mattavelli, Alessandro Bellinato, Massimo Loiacono, Mariantonietta Nava, Marilena Verri, Stefano Maffei, Angela Campi e Ornella Bongiorni (attori), Lucia Marino (cantante), Armando Pisanello (musicista).

ore 20.30
Inchiostro di Puglia.
Presentazione dell’iniziativa culturale “Inchiostro di Puglia”, che riunisce scrittori pugliesi in unico blog con la finalità di esplorare e far conoscere “la regione più bella d’Italia”. Ogni settimana un nuovo post presenta una città, un paese, uno scorcio della Puglia, mostrando bellezze naturali e paesaggi umani, in una sorta di viaggio fatto con le parole. Dopo una breve presentazione, scrittori e attori leggeranno qualcuno dei loro scritti dal blog; inoltre, a chiudere, ci sarà una brevissima parte musicale dedicata alle tradizioni cantate pugliesi: pizzica salentina messa in musica da Francesca Salamino, accompagnata da chitarra. Reading con musica con alcuni degli scrittori di Inchiostro di Puglia. A cura di Azzurra Scattarella e Michele Galgano.

A seguire (ore 22 circa)
Da Sud a Sud  -  Difendere l’allegria. Festa di Chiusura del Festival della Letteratura di Milano con il gruppo dei C’amma fa’
, sei musicisti specializzati nel repertorio musicale che va dal Rinascimento al Settecento. Sarà un viaggio musicale nell’Italia del meridione che propone brani che vanno dal ’500 al ’900 : villanelle , tarantelle , tarosconi,ma anche pezzi famosi della musica napoletana. Con Donatella Colletti – voce e percussioni, Roberta Pestalozza- voce e arpa, Giorgio Merati- flauti dolci , dulciana, clarinetto, Maurizio Pancotti- chitarra, liuto Franco Brera- chitarra , chitarra barocca, Nicola Moneta – Contabbasso e percussioni.
Come ogni anno, la festa di chiusura sarà un momento per incontrarci e confrontarci, raccontare le nostre esperienze e delineare il futuro del Festival… Soprattutto per condividere un bicchiere di vino e qualcosa da mangiucchiare.

Grazie per aver sostenuto il Festival

Grazie per aver effettuato la donazione.
La transazione è stata completata e una ricevuta  è stata inviata al tuo indirizzo email.
Per visualizzare i dettagli della transazione effettua l’accesso al tuo conto dall’indirizzo www.paypal.com/it.

Terza Edizione dal 4 all’8 giugno 2014

LOGO_FLMweb_300x250Tra circa un mese, ora più ora meno, avrà inizio la terza edizione del Festival della Letteratura di Milano. Crediamo sia un avvenimento importante. Lo è sicuramente per noi, che in tutto questo tempo (circa quattro anni, ora più ora meno), lo abbiamo visto nascere, crescere e perfino riprodursi. Perché questo Festival – il primo nato a Milano dopo anni di chiacchiere, progetti e indecisioni – continua a dimostrare di rispondere a un’esigenza della collettività, o di una parte di essa, che non smette di crederci, rendendo possibile in questo modo la sua sopravvivenza.

Oltre agli eventi proposti (circa centoquaranta a oggi, ma il numero è in costante crescita) quest’anno daremo vita al Salone della Piccola Editoria. Uno spazio aperto a un ambito della vita sociale assolutamente emarginato dai grandi eventi cittadini, quelli proposti dai grandi sponsor, ad uso e consumo della propria voracità; quella editoria dal profilo basso, che non trovate nei grandi magazzini, non legata a questo o a quell’altro gruppo di potere, alla quale vengono spesso tarpate le ali alla nascita, ma che continua a proporre, caparbiamente, il meglio della letteratura mondiale.

Il Salone aprirà i suoi battenti il 6 Giugno alle 17.30, in centro, a Milano (Ex-Fornace, Naviglio Pavese, a dieci minuti dal Duomo, passo più passo meno).

In molti continuano a chiedersi (lo fanno di sicuro nei piani alti) a che pro insistiamo a portare avanti un’avventura del genere, senza alcun tipo di aiuto e, spesso, dovendo lottare contro gli ostacoli che da quei piani ci calano sulla testa. Qualcuno chiese una volta a Karl Kraus per quale motivo insistesse a fare della letteratura. E lui rispose: la si fa perché non si ha il coraggio di non farla.

Ecco, qualcosa del genere capita a noi con la cultura. Ribadiamo dall’inizio che la consideriamo un bene comune, alla stregua dell’acqua, o dell’aria che respiriamo. Che non facciamo altro che esercitare un nostro diritto quando cerchiamo di strapparla dalle mani di coloro che la ritengono poco di un espediente per ingrossare il loro portafoglio elettorale.

In questi anni il Festival continua a configurarsi come un vero e proprio movimento culturale. Uno spunto dal quale partire per cominciare a pensare il mondo attorno a noi come quello spazio della molteplicità intuito da Calvino nelle sue Lezioni Americane. Un collante in grado di tenere insieme elementi tanto dissimili da generare diffidenze. Un intrecciarsi del tessuto civico della società in cui viviamo, favorendo relazioni orizzontali e comunitarie, in grado spesso (molto spesso) di colmare i vuoti lasciati dalle amnesie, dai limiti o dai privati interessi della pubblica amministrazione.

Come è successo nelle passate edizioni continuiamo a lavorare senza alcun tipo di aiuto da parte delle istituzioni. Può sembrare paradossale ma, in qualche modo (nonostante le enormi difficoltà), questo fatto è diventato, volenti o nolenti, il vessillo del nostro incedere quotidiano. Abbiamo smesso di sperare, al punto che abbiamo smesso persino di chiedere. Definire biblici i tempi di una burocrazia studiata a tavolino per demolire le speranze di chi si ostina a credere alla buona novella equivarrebbe a passare per sprovveduti.

E diamo fastidio. Di questo abbiamo avuto più di una conferma. Per fortuna ci sono i volontari. Studenti, neo-laureati, professionisti, pensionati, attori, scrittori, musicisti, editori; gente che, contro vento e marea, ha fatto propria quell’idea dalla quale siamo partiti, circa quattro anni fa (giorno più giorno meno)

In questa edizione (tra altre cose) parleremo di: razzismo, integrazione, disabilità, resistenza, lingua, sapori, dissapori, arte, cultura, amori e disamori, politica e politicanti; parleremo di musica, di calcio, delle parole dette e di quelle non dette, di lunghe falcate e di gambe corte, di voli pindarici e di quelli veri, del “dolore eroico di costruirsi ogni giorno un nuovo paio d’ali”; parleremo di poesia, e dei linguaggi del corpo; dei recinti della mente e dei manicomi criminali, di sguardi dietro le sbarre, di messaggi scritti sul muro, di torti e di diritti, del coraggio delle Mamme, della memoria delle Nonne, della difesa dell’allegria, di una tristezza “improvvisamente perfetta”, di mondiali di calcio e di campionati della fantasia…

“La letteratura vive solo se si pone degli obbiettivi smisurati, al di là di ogni possibilità di realizzazione, diceva Calvino. “Solo se poeti e scrittori si proporranno imprese che nessun altro osa immaginare la letteratura continuerà ad avere una funzione”. In questo stiamo.

Milton  Fernàndez
Direttore  artistico  Festival  della  Letteratura  di  Milano

 

L’Arte Sbarrierata

L’ARTE SBARRIERATA

Ore 10.00-12.00 Inizio evento con presentazione progetto La disabilità nei libri:
Presentazione di Handicap Power di FRANCO BOMPREZZI (giornalista nella rubrica Invisibili del Corriere della Sera);
Presentazione di Più forte del destino – Tra camici e paillettes. La mia lotta alla Sclerosi Multipla di ANTONELLA FERRARI (attrice, giornalista nella rubrica di Chi e ambasciatrice dell’AISM);
Presentazione di Quattro ruote e tacco 12. La vita come possibilità di VALENTINA BAZZANI (giornalista e autrice del libro Una vita diversa) e intervento di SILVIA LISENA riguardo a disabilità, amicizia, amore e tempo libero (con proiezione di immagini)

Ore 12.00-12.45 La disabilità nel teatro:
intervento di ALESSANDRA ROBERTI (collaboratrice presso Cooperativa santa Rita – 
Progetto “Diversamente Teatro”) e di CHIARA BERSANI (performance artist)

Ore 12.45-14.30 Pausa

Ore 14.30-15.30 La disabilità nella musica: intervento di SIMONA SPINOGLIO (educatrice professionale, gestalt counselor e facilitatrice in metodologie artistiche ed espressive) con visione del videoclip Musica, rossetti e SMA

Ore 15.30-17.30 La disabilità nell’arte: intervento di PAOLA BANONE (danzaterapeuta, direttrice di Dreamtime Dance Magazine e del Festival Dreamtime, responsabile di DanceAbility Italia);
Presentazione del libro Io non m’accetto – GABRIELLA MORET (ballerina di DanceAbility Italia)
Breve performance dei ballerini di DanceAbility Italia
Presentazione della mostra fotografica Storie di corpi che danzano a cura di FRANCO 
COVI (fotografo professionista e autore della mostra)

Ore 17.30-19.00 La disabilità nella televisione: con ANTONELLA FERRARI, REAL TIME TV, ANTONIO GIUSEPPE MALAFARINA (giornalista della rubrica Invisibili del 
Corriere della Sera e di La salute con l’anima e autore del libro Intervista col disabile in 
collaborazione con Minnie Luongo). Modera CLAUDIO ARRIGONI (giornalista della rubrica Invisibili del Corriere della Sera e della Gazzetta dello Sport)

Ore 19.00-19.45 La disabilità nel cinema: presentazione delle realizzazioni di ALDO BISACCO (regista di cortometraggi per Telethon e del film Italia, un Paese ospitale)

La giornata è stata ideata e curata da Silvia Lisena

Chi siamo

SE VUOI PARTECIPARE COME VOLONTARIO SCRIVI A: organizzazione@festivaletteraturamilano.it

volontariProtagonisti siamo tutti noi, la gente che legge e quella che scrive, coloro che raccontano con la penna, con la voce, col corpo e coloro che hanno voglia di ascoltare.

Milton Fernàndez – direzione artistica
Cristiana Zamparo – organizzazione e ufficio stampa
Anna Chiello – web
Paola Camagni
– realizzazione logo

I collaboratori volontari
Organizzazione
Angela Furci, Anna Girardi, Daria Graziussi, Laura Loguercio,
Betta Marelli, Daniela Villa, Lisa Topi, Marta Mazzacano, Rossella Pretto, Susanna Rizzi, Viola Salvadori, Andrea Torti, Vittoria Polacci

Comunicazione web
Alessandro Di Cagno
, Isabella Castelli, Claudia Consoli, Raffaella Manzotti, Ingrid Owen, Anna Pisaniello, Elonora Stuppini, Daniela Villa

Grafica
Alessio Cancellieri, Simona Golinelli, Sara Ferretti

Gestione web
Michela Gualtieri,
Tommaso Olivero, Anna Pisaniello, Gloria Somaini

Ufficio stampa
Mariagiulia Bertolini, Claudia Consoli, Silvia Lisena, Lisa Topi, Susanna Rizzi

Per i partecipanti

LOGO da inserire nei MATERIALI PUBBLICITARI dei singoli eventi
logo FestivaLetteraturaMilano JPG
logo FestivaLetteraturaMilano TIF

Rayuela Edizioni

RayuelaRayuela è il Gioco del Mondo, o Campana, quel gioco che si giocava con gessetto e sassolino facendo uno schema sul marciapiedi prima che inventassero il Ds e la PlayStation.
Da qualche tempo è anche una casa editrice milanese fondata per passione e per necessità, per amore delle parole, della scrittura, della lettura, un amore puro, difficilmente imbrigliabile da logiche commerciali.

Read more

Scripta Manent Edizioni

scriptaManent_PleasurePleasures si propone di presentare il meglio dello scenario attuale delle arti visive sensuali nazionali e internazionali: fotografia, video, performance teatrali, installazioni multimediali, cortometraggi, fumetto, danza e burlesque . Il tutto ovviamente contaminato con la letteratura.

Autodafé Edizioni

Autodafé

Autodafé Edizioni è una piccola casa editrice di narrativa italiana, le cui opere vogliono aiutare la comprensione e la riflessione intorno alla realtà sociale dell’Italia contemporanea, usando i tasselli dell’invenzione e della parola scritta, per comporre un mosaico vivo, attendibile, originale, rivelatore del qui e ora, del tempo e del Paese in cui viviamo. Pubblichiamo romanzi e racconti, senza aderire a canoni narrativi prestabili ma pescando liberamente nel grande baule degli stili, dei modelli, dei generi letterari.

www.autodafe-edizioni.com

AlphaBeta

AlphaBetaEdizioni Alphabeta Verlag, con sedi a Merano e a Bolzano,
 è un editore di confine che opera da più di 20 anni in Alto Adige, dove sono presenti lingue e culture diverse. L’attività editoriale è iniziata con la pubblicazione di materiali didattici per l’apprendimento delle lingue e saggi e ricerche scientifiche su educazione linguistica, sociolinguistica e comunicazione interculturale.

Read more

ArpanetLogo

ARPANet

La Società Editoriale ARPANet guarda alla contemporaneità e alle sue dinamiche per la creazione di una letteratura nuova ed originale, perciò ricerca e valorizza narrazioni che esaltino la contaminazione tra innumerevoli dimensioni creative, unificate e rielaborate nella parola scritta.
La contaminazione creativa è flusso comunicante tra le arti e dialogo tra cultura emergente e affermata, perché il già noto si confronti con le avanguardie, i riferimenti culturali di domani.

www.edizioniarpanet.it

DemianLogo

Demian Edizioni

Demian Edizioni è attiva dal 1994 per impulso del suo fondatore e attuale titolare Nicola De
Fabritiis.
Pubblica narrativa, saggistica, poesia, fantasy, noir e umorismo. Specializzata in testi di autori esordienti.
Editing gratuito. Nessun contributo per la pubblicazione.

www.edizionidemian.it

Centro Interculturale dedicato a Raimon Panikkar

Centro Interculturale dedicato a Raimon Panikkar
LiberoCirpit Centro di Studi Interdisciplinari ed Interuniversitari
Il Centro si propone di promuovere e diffondere iniziative culturali ispirate al pensiero di Raimon Panikkar, in un orizzonte caratterizzato dal dialogo come dimensione strutturale ed ineludibile dell’attuale realtà pluralistica complessa. In particolare si prefigge di ispirarsi ai principi riferibili alla dimensione cosmoteandrica della realtà, a quella olistica dell’essere umano (corpo-mente-spirito) e conseguentemente alla necessaria  sinergia tra  azione, pensiero  e contemplazione.

www.cirpit.raimonpanikkar.it

DrawUpEdizioniLOGO

DrawUp Edizioni

L’immagine più aderente al nostro modo di essere è quella fornita dalla chiarezza e dalla trasparenza, nonché da un rapporto vivo e costante con lettori e autori. Facciamo editoria moderna, adatta alle necessità dei tempi attuali, osservando il panorama editoriale sotto tutti i punti di vista: da scrittori, da editor e da esperti di marketing librario, prima ancora che da editori. Ai nostri lettori offriamo alta qualità editoriale a costi contenuti: un’ampia serie di collane e di testi rigorosamente selezionati, di elevato spessore, sia in versione cartacea che eBook.

www.edizionidrawup.it

ELMISWORLD

Elmi’s World

Elmi’s World propone opere innovative in cui i lettori potranno trovare il proprio arricchimento attraverso un punto di vista diverso dal proprio sul mondo. Il linguaggio accessibile fa sì che i libri possano apprezzati da ogni genere di lettore.

www.elmisworld.it

Fermento_logo

Fermento

Fermento ha iniziato la propria l’attività nell’ottobre del 2002, avendo in mente di disegnare una linea editoriale di grande spessore e innovativa: le scelte editoriali non sarebbero state effettuate su singoli titoli, ma dovevano essere correlate secondo un progetto unitario che partiva da un ipotetico “libro pilota” collocato al centro di un cerchio. Il “libro pilota” aveva delle specifiche caratteristiche corrispondenti ad una griglia appositamente predisposta.
Partendo da questo “libro pilota”, i libri successivi, tutto intorno come in un cerchio, si sarebbero sistemati in maniera equidistante da esso, in un rapporto di reciproca corrispondenza. Tutta la produzione si sarebbe contraddistinta, oltre che per l’alta qualità letteraria, per la coerenza che ogni volume doveva avere con gli altri e dove tale coerenza si sarebbe manifestata anche esteriormente, attraverso una linea grafica che doveva favore principalmente la leggibilità, rendendo i volumi perfettamente riconoscibili.

www.fermento.net

Galaad_logo

Galaad

La Galaad Edizioni nasce nel settembre 2006. Il simbolo della casa editrice è il fiore del Balsamo di Galaad, un albero citato nel Vecchio Testamento per le sue proprietà medicamentose. Ci ricorda che il piacere della lettura lascia, a volte, qualcosa di più duraturo: il sapore di una libertà riconquistata, il ricomporsi di una lacerazione, la guarigione di una ferita interiore.
La Galaad Edizioni ha collane di narrativa, saggistica e fiabe per bambini.

GolenaLogo

Goleana

«Crediamo che le voci che dissentono, disturbano, dissacrano, o semplicemente dicono che l’imperatore è nudo non possano e non debbano tacere. In ogni tempo e in ogni luogo. Soprattutto oggi, che ci vogliono imporre una nuova divinità indiscutibile dal vago nome di “mercati”, moloc inafferrabile e vorace quant’altri mai.
Terremo ferme le nostre linee guida: controinformazione, controeconomia, controcultura. Riproporremo libri già usciti e ancora attuali e ne pubblicheremo di nuovi. E pubblicheremo anche libri che ci divertono e speriamo divertano pure voi.»

www.associazionegolena.com

Ladolfi

Giuliano Ladolfi editore

Giuliano Ladolfi Editore, Borgomanero, Novara: casa editrice militante, nata nel 2011, che rivolge la propria attenzione soprattutto alla poesia e alla saggistica, con particolare riguardo ad autori giovani.

www.ladolfieditore.it

LaVitaFeliceLOGO

La vita felice

Nate nel 1992, le edizioni La Vita Felice hanno dato vita ad un progetto editoriale che ha da subito individuato la sua mission sviluppatasi all’insegna dell’economico e del tascabile, ma caratterizzato da una particolare cura per la qualità grafica e il livello culturale dei libri, l’accuratezza delle traduzioni, la qualità delle prefazioni e delle curatele.
A distanza di venti anni, la casa editrice – sotto la guida dell’editore Gerardo Mastrullo, ha pubblicato titoli significativi e vari, appartenenti a generi e ad ambiti diversi e articolati in numerose collane.

www.lavitafelice.it

Miraviglia editore

MiravigliaMiraviglia Editore è una casa editrice di Reggio Emilia promossa e distribuita da Messaggerie Libri, specializzata in letteratura straniera di autori tutti pluripremiati. I generi: gialli, legal thriller, medical thriller.

LiteEdition_Logo

Lite Editions, goWare, Nobook

Lite Editions, goWare, Nobook: tre case editrici digitali che condividono la stessa passione per la letteratura e la stessa visione del futuro.
Grazie all’ebook il concetto di lettura è cambiato radicalmente; le parole d’ordine sono diventate: leggerezza, fruibilità e multimedialità. Senza mai perdere di vista il vero scopo di ogni editore: pubblicare storie di qualità. Questo è il collante delle tre case editrici che si presentano insieme al Festival della Letteratura di Milano.

www.lite-editions.com
goware-apps.com
www.nobook.it

milanocosa

Milanocosa

Casa Editrice collegata all’Associazione Milanocosa
voci, intrecci, progetti per una cultura senza barriere

milanocosa.it

La Memoria del Mondo

MemoriadelMondoLa Memoria del Mondo, presente da moltissimi anni nel territorio milanese come libreria e spazio di proposta culturale, nel 2007 ha dato inizio ad una piccola ma attivissima e significativa attività editoriale.
Oltre 90 titoli a catalogo, 12 collane che spaziano dalla narrativa, alla saggistica, a libri illustrati per ragazzi, poesia, cahier des voyages… con una grande attenzione ai temi legati a tradizione, cultura e memoria.

www.lamemoriadelmondo.it

NoReply_Logo

No Reply

No Reply, fondata nel 2003, ha l’intento di fare interagire i mezzi di comunicazione: editoria, musica, video, grafica, fumetti. In un panorama mediatico sempre più informato alla contaminazione, No Reply vuole riflettere (sul)la cultura contemporanea in maniera trasversale, attraverso la ricerca formale sulla lingua e il crossover tra i vari generi musicali.

www.noreply.it

Nobel_logo

Nobel edizioni

Nobel Edizioni porta sul podio Grandi Libri dimenticati, colpevolmente scomparsi dagli scaffali delle librerie e dalle nostre case. Libri che è un privilegio rileggere. O scoprire per la prima volta. Libri di tutte le epoche e di ogni parte del mondo. Libri da primo posto. Libri da premio.

Layout 1

Round Midnight

Il brano ‘round midnight portò fortuna a un Miles Davis che stava superando un periodo difficile, fatto di droghe e depressione. Usiamo quindi il titolo del veccchio brano jazz di Thelonious Monk come amuleto per un’editoria diversa. ‘round midnight è un marchio editoriale indipendente che distribuisce i suoi libri rifiutando i la grande distribuzione e appoggiandosi a una rete di librerie indipendenti.
www.roundmidnightedizioni.com

RSW_colore

RswItalia

RswItalia di Nicola Antonio Cosanni è una piccola casa editrice di Silvi (TE) che si dedica soprattutto alla cura e all’edizione di volumi scientifici e universitari e libri d’arte e fotografia.
Ogni tanto investe anche sulla narrativa, soprattutto con autori che amano accompagnare i propri testi con immagini e/o illustrazioni.

www.rswitalia.com

Partecipa al Bigliardino Letterario

Bigliardino letterario per scrittori atletici

Hai scritto un libro nel quale si parla in qualche modo di calcio? Anche solo per una breve pennellata?
Sfida gli altri scrittori nel BIGLIARDINO LETTERARIO del Festival Letteratura Milano!

In occasione della terza edizione del Festival della Letteratura di Milano – che si svolgerà dal 4 all’8 giugno 2014, proprio a poche ore dall’inizio dei Mondiali di Calcio – è aperta la sfida Bigliardino Letterario.
Possono partecipare tutti quegli autori che in una loro opera abbiano in qualche modo, anche solo in un brano, parlato di calcio:  l’importante è che nel libro vi sia almeno un brano che possa essere letto pubblicamente costituendo un racconto-episodio calcistico conchiuso.
La sfida si terrà giovedì 5 giugno  intorno alle 19.30 al Circolo dei Talenti (via della Chiesa Rossa, MM2 Abbiategrasso).
Ogni squadra sarà composta da due giocatori: lo scrittore e un suo appassionato lettore.

Per partecipare, inviaci una email entro il 5 maggio con:
- i tuoi dati
- il titolo del libro che partecipa alla sfida
- la quarta di copertina
- il pdf del brano che parla esplicitamente di calcio e che intendi usare come presentazione iniziale
- eventuali altri brani significativi
oppure il pdf dell’intero libro con indicato il brano principale

Invia tutto a:
info@festivaletteraturamilano.it

Non si accettano editori a pagamento/a doppio binario e autori autopubblicati.

24 marzo: “Effetto Notte” a Bovezzo

EffettoNotte_24mar